Iscrivono 15 pecore a scuola, perché ci sono pochi alunni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mancano gli alunni e l’amministrazione comunale decide di ridurre le classi della scuola elementare. Ma i genitori non ci stanno e per “fare numero” iscrivono 15 pecore. Non è Lercio, ma è accaduto davvero in Francia.

Qui, a Crêts-en-Belledonne, nella regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi, per protestare contro la chiusura della classe della scuola elementare Jules Ferry a Isère, i genitori degli studenti hanno iscritto 15 pecore nella struttura.

“Poiché solo i numeri contano i bambini potrebbero essere pecore”, è questo è il messaggio dell’azione di protesta dei genitori. Gli studenti mancanti sono stati quindi simbolicamente sostituiti dalle pecore.

La vicenda è iniziata a marzo, quando la scuola ha appreso che una delle sue classi sarebbe stata chiusa a settembre, dopo un calo delle delle iscrizioni, da 266 a 261 studenti. Ora, dice Gaëlle Laval, uno degli organizzatori della protesta di Martedì,

“ci sono qui dei bambini in difficoltà, ma l’istruzione nazionale non si preoccupa di questi argomenti, contano solo i numeri”.

Così, intorno alle 8 di lunedì un allevatore è entrato nella scuola con una cinquantina di pecore e il suo cane – il sindaco Jean-Louis Maret, che supporta la protesta era presente e per fare tutto in regola, ha fornito a 15 di esse i certificati di nascita. Le pecore sono state “ufficialmente” registrate e iscritte a scuola. Il tutto alla presenza di studenti, genitori e insegnanti.

“In questo modo non dovremmo rischiare la chiusura,” sorride Laval, che riconosce di “aver ironizzato per mobilitare le persone” ed evitare un disastro in questa scuola, dove il comune ha investito molto negli ultimi anni.

Qui di seguito il filmato delle pecore portate a scuola dal pastore per il loro primo giorno di scuola:

Chissà se la loro presenza basterà a salvare la classe della scuola Jules Ferry…

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook