Parco di Virunga, massacrati e uccisi 13 ranger che proteggevano i gorilla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono stati barbaramente uccisi in un’imboscata. Altri 13 rangers del parco nazionale di Virunga, in Congo, hanno perso la vita. Secondo i funzionari del parco, si è trattato di uno degli attacchi più gravi della storia recente.

A morire sono stati 13 giovani tra i 23 e i 40 anni, uccisi durante un attentato nei confronti di un convoglio di civili, scortato dai rangers. Secondo le prime indagini, venerdì scorso attorno alle 11 del mattino, i ranger stavano tornando al parco quando hanno individuato un veicolo civile che era stato attaccato ma sono rimasti coinvolti nel massacro, nei pressi del vicino villaggio di Rumangabo.

“Possiamo confermare che l’autore di quest’attacco è il gruppo armato “FDLR-FOCA” si legge nel comunicato ufficiale del Parco.

A parte i ranger, hanno perso la vita anche un autista e quattro civili uccisi a colpi di arma da fuoco. Altri due civili e tre ranger sono gravemente feriti, uno in condizioni critiche.

“Questa è una giornata devastante per il Parco nazionale Virunga e le comunità circostanti”, hanno detto i funzionari del parco. “È con grande tristezza che l’Istituto congolese per la conservazione della natura (ICCN) conferma l’dentità dei Virang Park Ranger e dei dipendenti che hanno tragicamente perso la vita a causa dell’attacco avvenuto sulla Route Nationale 2 vicino al quartier generale del Parco nazionale Virunga di Rumangabo. Tutti coloro che hanno perso la vita si lasciano alle spalle famiglie, colleghi, genitori e amici in lutto”.

Il Parc National des Virunga, situato nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, è il più antico dell’Africa, un’area di 7.800 chilometri quadrati. Istituito nel 1925 come primo parco nazionale dell’Africa, dal 1979 è stato proclamato Patrimonio Unesco.

Negli ultimi anni il bracconaggio e la guerra civile del Congo ne hanno gravemente danneggiato la fauna, protetta dai rangers anche a costo della vita. Essi infatti tutelano questo polmone verde e i suoi abitanti, tra cui i gorilla di montagna. Oltre 170 rangers sono stati uccisi in servizio:

“Senza l’impegno di questi uomini e donne coraggiosi, Virunga non esisterebbe” si legge sul sito ufficiale.

Secondo i funzionari, il terribile attentato non fermerà l’impegno del Parco Nazionale Virunga per l’economia e per i programmi di sviluppo.

Fonti di riferimento: Virunga

LEGGI anche:

5 ranger e una guida massacrati nel parco di Virunga: difendevano gli ultimi gorilla di montagna

Gorilla di montagna: i ranger del Congo che rischiano la vita ogni giorno per proteggerli (FOTO e VIDEO)

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook