Mamma orso e il suo cucciolo uccisi a colpi di arma da fuoco perché saliti a bordo di un sottomarino nucleare russo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Immagini che fanno rabbrividire quelle in cui i membri dell’equipaggio di un sottomarino nucleare hanno sparato e ucciso mamma orso e il suo cucciolo che erano saliti a bordo.

Il filmato condiviso sui social ha creato un’indignazione mondiale. In Kamchatka un’orsa e il suo cucciolo nuotano verso il sottomarino, si siedono sul ponte in maniera tranquilla. Ma ad un certo punto arrivano gli spari e i due animali cadono in acqua.

“Non c’è altro modo”, dice una voce dietro la telecamera. “Se lo insegui, arriverà nei villaggi. È così che combatti gli orsi in Kamchatka”.

Non c’è pace dunque per questi poveri animali, sempre più vittime dell’uomo. In fondo stavano solo nuotando nella baia di Krasheninnikov e sono saliti in cima al sottomarino nucleare attraccato vicino al villaggio di Rybachiy, forse per riposarsi.

Come si vede nel filmato non mostrano alcun segno di nervosismo. Dopo la denuncia pubblica e l’indignazione generale, la marina ha riferito che l’orsa è stata abbattuta perché emaciata e ferita e il cucciolo perché non sarebbe sopravvissuto senza la madre. In realtà, in Kamchatka queste sono purtroppo scene ordinarie: dall’inizio dell’anno sono stati uccisi 50 orsi. Inutilmente dice la Wildlife Conservation Society perché gli orsi si nutrano di radici, bacche e miele e attaccano solo se si sentono minacciati.

Fonte: Interfax

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook