Orso polare affamato trovato a vagare in una città industriale della Siberia

Orso polare siberia

Un nuovo orso polare è stato avvistato alla periferia di una città a Nord della Siberia, visibilmente debole e affamato. La distruzione degli habitat naturali sta portando sempre più spesso gli animali ad allontanarsi dai loro territori in cerca di cibo.

Questa è una delle tante conseguenze dell’impatto dell’uomo sulla natura e rappresenta un pericolo per la sicurezza delle persone.

L’orso polare avvistato in città in cerca di cibo

Un orso polare affamato si è allontanato a centinaia di chilometri dal suo habitat naturale artico e vagava, esausto, nella periferia di Noril’sk, nel nord della Siberia.

L’orso femmina, con le zampe sporche di fango e gli occhi incrostati, visibilmente debole e probabilmente malato, è stato avvistato per la prima volta domenica sera in una zona industriale a nord-est del centro di Norilskè. È rimasto sdraiato diverse ore alzandosi di tanto in tanto per cercare cibo.

Oleg Krashevsky, un esperto di fauna selvatica locale che ha filmato l’orso polare da vicino, ha detto che non è chiaro cosa abbia portato l’animale in città. È possibile che si sia semplicemente perso mentre cercava del cibo.

I residenti hanno scattato numerose foto all’animale, mentre la polizia impediva loro di avvicinarsi troppo all’animale per non correre rischi.

Il funzionario dei servizi ambientali Alexander Korobkin fa sapere fa sapere che l’animale:

“Sta ancora vagando intorno a una fabbrica, sotto osservazione della polizia e dei servizi di emergenza, che stanno assicurando la sua sicurezza e quella dei residenti”

Una squadra di specialisti arriverà oggi, mercoledì, per ispezionare l’animale e decidere il suo destino.

Perché gli animali selvatici si allontanano dai loro habitat

I cambiamenti climatici in atto stanno danneggiando gli habitat degli orsi polari costringendo gli animali ad allontanarsi dai lori territori per cercare cibo.

Nella ricerca di risorse alimentari, si avvicinano alle aree urbane e alle persone che vi abitano.
Secondo gli ambientalisti questo è il primo orso polare che si avvicina a Noril’sk da oltre 40 anni, ma non è sicuramente la prima volta che un orso lascia il proprio habitat in cerca di cibo.
Dall’inizio di quest’anno sono infatti stati avvistati decine di orsi polari affamati nei pressi di case ed edifici pubblici a Nord della Russia. Si tratta di una vera e propria emergenza, poiché gli animali selvatici rappresentano un pericolo per l’incolumità delle persone.
Distruggere gli habitat naturali degli animali si ripercuote dunque sulla nostra sicurezza.

Sull’argomento potrebbe interessarti anche:

Tatiana Maselli

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

tuvali
seguici su Facebook