Trovato orso polare con un vistoso (e pericoloso) graffito nero sul mantello

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

AGGIORNAMENTO: Il video diffuso qualche giorno fa in cui si vede un orso polare con una grande scritta nera sul pelo bianco ha fatto indignare e preoccupare moltissime persone ma, secondo gli esperti, la scritta sul manto dell’animale non dovrebbe comprometterne la sopravvivenza.

Sergey Kavry, membro di un gruppo di pattuglia dell’orso polare nel villaggio di Chukotka sostenuto dal WWF, si è dichiarato sorpreso riguardo al graffito, ma sostiene che non dovrebbero esserci danni a lungo termine per l’orso.

Non è ancora chiaro chi e perché abbia effettuato un graffito sul pelo dell’orso:  l’animale potrebbe essere stato marchiato anche per scopi scientifici.

Geoff York, direttore presso Polar Bears International, ha dichiarato di essere stato contattato da scienziati russi della regione: gli scienziati credono che l’orso possa essere stato contrassegnato per tenere traccia dell’animale o per segnalare ai cacciatori indigeni che l’orso non può essere catturato.

York ha affermato di non essere sicuro di quale sia la pratica standard in Russia, ma negli Stati Uniti i ricercatori usano una tintura per capelli non tossica per contrassegnare gli orsi polari, che generalmente svanisce nell’arco di un mese senza rischi per gli animali.

Dunque, anche se il marchio “T-34” fosse stato fatto per divertimento da qualche, gli esperti sostengono che probabilmente l’orso non correrà alcun pericolo.


L’ orso polare è stato avvistato da un gruppo di esploratori in viaggio nel Polo Nord con un vistoso e pericoloso graffito nero sul corpo.

I turisti hanno filmato l’orso mentre l’animale si avvicinava al loro mezzo e hanno subito notato una macchia scura sul pelo bianco dell’animale. In lontananza, sembrava che l’orso fosse semplicemente sporco ma, man mano che l’esemplare si avvicina alla videocamera diventa sempre più chiaro di cosa si tratti.

Sul corpo dell’orso è ben visibile una scritta, T-34, modello di carro armato utilizzato dall’esercito russo durante la seconda guerra mondiale.

Da dopo la guerra, il modello di carro armato è diventato icona e motivo di orgoglio nazionale e forse è per questo che alcune persone senza scrupoli hanno deciso che poteva essere divertente scrivere T-34 sul fianco di un orso polare.

Non si sa chi abbia compiuto questo gesto e come il responsabile sia riuscito ad avvicinare l’animale tanto da poter scrivere sul suo corpo con una bomboletta spray.
Il graffito appare infatti abbastanza preciso, dunque è stato probabilmente eseguito a distanza ravvicinata, forse dopo aver sedato l’orso.

Apporre una vistosa ed enorme scritta nera sul pelo bianco di un orso polare, oltre a non essere divertente, potrebbe mettere pericolo la vita dell’animale poiché in questo modo non gli è possibile mimetizzarsi con l’ambiente circostante e questo potrebbe compromettere la sua sopravvivenza.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook