Addio Bruno, l’orso simbolo degli animali ingiustamente rinchiusi negli zoo (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Addio a Bruno, l’ultimo orso dell’ex zoo di Carviglia, in Toscana. L’orso Bruno aveva 36 anni, le sue condizioni di salute si erano molto aggravate ultimamente, da qui la decisione di ricorrere all’eutanasia.

La sua casa per anni è stata una triste gabbia, tra pareti di cemento e qualche albero. L’orso siberiano era nato da due orsi provenienti da Tallin. Per molto tempo i difensori degli animali si sono battuti per difendere Bruno come simbolo di tutti gli orsi che si trovano negli zoo, lontani dal proprio habitat naturale, solo per diventare delle attrazioni per i visitatori e per i turisti.

La decisione di praticare l’eutanasia è stata presa dai veterinari che assistevano Bruno. L’eutanasia è stata scelta per evitare l’accanimento terapeutico e ulteriori sofferenze e nel rispetto della dignità dell’orso. Bruno al momento della morte si trovava nello stesso bosco in cui era nato.

La Leal, Lega AntiVivisezionista, ha voluto rivolgere un messaggio di saluto all’orso Bruno, che adesso è finalmente ‘libero’. Grazie a Bruno uno zoo è stato chiuso e tanti animali sono usciti dalle gabbie.

Leggi anche: L’ORSO BRUNO MARSICANO RISCHIA SERIAMENTE L’ESTINZIONE

“Ciao Bruno. Sei libero adesso. Te ne vai da vincitore. Grazie a te viene chiuso uno zoo e tanti animali sono usciti dalle gabbie. La tua storia, che ha toccato tanti cuori, resterà nella memoria di chi ti ha conosciuto e di coloro che lottano perché gli animali non siano più rinchiusi inutilmente negli zoo. Ti ringraziamo per averci donato il privilegio di percorrere un tratto di vita in tua compagnia. In tuo nome porteremo avanti la nostra idea di libertà e di animali liberi. Non ti dimenticheremo”.

Leggi anche: L’ORSETTA MORENA TORNA IN LIBERTA’ (VIDEO)

orso bruno 1
orso bruno 2

Bruno è diventato il simbolo di tutti gli animali ingiustamente rinchiusi negli zoo e ora la Leal porterà avanti un progetto nato proprio a partire dalla storia di quest’orso.

Il progetto “IOSTOCONBRUNO e non solo…” opererà nel campo della sensibilizzazione contro gli zoo e provvederà a rendere pubblico ogni caso problematico o di maltrattamento che si presenti in queste strutture. Nella speranza di una maggiore libertà e della diffusione del vero rispetto per tutti gli animali.

Marta Albè

Fonte foto: Io sto con Bruno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook