@m_a_m_a___s_e_m_a/TikTok

Orso attacca un’addestratrice durante l’esibizione nel circo russo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tragedia sfiorata al circo di Berezovsky, in Russia, dove nel corso di un’esibizione un orso bruno ha attaccato la sua addestratrice, afferrandola e trascinandola per una gamba, davanti agli spettatori attoniti, tra cui tanti bambini. La scena è stata ripresa dai presenti e sta circolando sui social, riaprendo il dibattito sullo sfruttamento degli animali nei circhi. 

Come si vede nel filmato, è stato necessario l’intervento di altri due circensi per bloccare l’animale vestito con un cappello e una sciarpa rosa per spettacolo. Ma, a quanto, pare l’incidente non è bastato per interrompere l’angosciante show, che è andato avanti come se nulla fosse. La donna, che non ha riportato ferite, è tornata alla carica spingendo l’orso ad esibirsi.

L’Harlequin Traveling Circus è tristemente noto in Russia per l’uso degli animali in diversi numeri circensi. Qui, come in tanti altri circhi del mondo, elefanti, orsi e scimmie sono costretti a travestirsi come se fossero esseri umani e sono sottoposti a ritmi estenuanti che si rivelano deleteri sia a livello fisico che mentale. 

A seguito dell’incidente avvenuto qualche giorno fa, il Comitato Investigativo della Federazione Russa ha deciso di intervenire per verificare se durante lo spettacolo ci siano state violazioni della sicurezza, nonostante il circo abbia negato che ci sia stato un attacco diretto dell’animale nei confronti della donna.

Non c’è stato alcun incidente. – spiega un componente del circo – In poche parole, gli orsi ora sono nella stagione degli amori. Il circo promette un’indimenticabile performance per sorprendere le città della Russia.

Ma non ci vuole molto per capire che è fisiologico che un animale selvatico in cattività e trattato come se fosse un burattino reagisca sia esausto e cerchi di reagire per sfuggire al suo terribile destino e incidenti come quello avvenuto in Russia si verificano con una certa frequenza in ogni parte del mondo. Tuttavia, ancora nel 2021 lo scempio dei circhi con animali è legale in tantissimi Paesi del mondo e c’è chi continua a finanziare quest’orrore, portando i propri figli ad assistere agli spettacoli che nascondono un’enorme sofferenza…

Fonte: YouTube/fn-volga.ru/Twitter

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Schär

Schär, alla scoperta di un mondo fatto di cereali e qualità

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook