Osservata per la prima volta mamma orsa a spasso con 4 cuccioli nel Parco Nazionale d’Abruzzo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Era a passeggio coi suoi cuccioli nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Una bellissima mamma orsa è stata notata da due guardaparco che non credevano ai loro occhi: è la prima volta che si osserva un’orsa con 4 cuccioli nel territorio del Parco.

Aver incontrato questo esemplare di orso bruno marsicano insieme ai piccoli è un evento a dir poco eccezionale. A notare gli animali nei giorni scorsi sono stati due Guardaparco che hanno scattato queste foto  durante lo svolgimento del proprio turno di servizio.

Anche nel resto d’Europa eventi simili sono molto rari. Da quanto risulta negli annali del Parco Nazionale d’Abruzzo, è la prima volta che viene avvistata un’orsa con 4 cuccioli.

“Questo evento, sicuramente eccezionale – ha dichiarato il direttore del Parco Luciano Sammarone – è la testimonianza migliore che il territorio del Parco ha tutto ciò che serve per supportare la vitalità della popolazione di orso bruno marsicano. Conferma quanto sia importante la ricerca scientifica nel contribuire ad aumentare la conoscenza e a creare una base indispensabile per le scelte gestionali utili anche alla tutela. Resta la consapevolezza che la sfida per la conservazione di questa specie unica si gioca fuori dai confini del Parco, dove purtroppo i pericoli, soprattutto di origine antropica, sono ancora troppi e richiedono uno sforzo coordinato tra tutti i soggetti presenti, istituzioni e operatori economici in primis”.

Secondo le autorità, infatti, è difficile immaginare che l’orso possa e debba restare all’interno del Parco, soprattutto alla luce di risultati come questo che confermano la vitalità dimostrata dalla popolazione animale.

mamma orsa abruzzo

@Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Adesso la sfida sarà quella di assicurare un futuro a mamma orsa e ai suoi piccoli.

“La presenza documentata dal Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise di una mamma orsa con 4 cuccioli nel suo territorio, è un ottima notizia per la conservazione dell’orso bruno marsicano nell’appennino centrale. È un evento straordinario che rende merito al lavoro svolto in questi anni dalle aree protette abruzzesi per tutelare una specie a rischio di estinzione e conferma la necessità di realizzare misure più incisive di conservazione nell’areale di presenza dell’orso” ha detto Antonio Nicoletti, responsabile Nazionale Aree Protette e Biodiversità di Legambiente.

Proprio nei giorni scorsi, in occasione della giornata europea dei parchi, l’associazione ha ribadito la necessità di raggiungere l’obiettivo del 30% di aree legalmente protette entro il 2030. Così facendo si creerebbe una grande rete ecologica utile a tutelare l’orso bruno marsicano, ma anche altre specie a rischio.

Gli orsi in questi giorni sembrano desideare le luci della ribalta, come dimostra anche l’avventura del piccolo Alessandro che durante una passeggiata sulle Dolomiti si è imbattuto in un bellissimo esemplare di orso bruno, apparso all’improvvio dietro un cespuglio.

Meravigliose creature che meritano di essere protette!

Fonti di riferimento: Parco nazionale Abruzzo Lazio e Molise, Legambiente

LEGGI anche:

L’orso bruno torna finalmente in Galizia, in Spagna: avvistato esemplare dopo 150 anni

L’orso bruno marsicano rischia seriamente l’estinzione

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook