Addio Tilikum: morta l’orca triste di SeaWorld, in cattività dal 1983

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È morta , l’orca prigioniera di SeaWorld

È morta Tilikum, l’orca di SeaWorld famosa per essere stata la protagonista del documentario Blackfish, dedicato agli animali marini in cattività.

Già lo scorso marzo l’orca era in pericolo di vita per via di un’infezione batterica polmonare che risultava resistente alle cure. La causa della morte non è ancora stata determinata con precisione.

Leggi anche: TILIKUM, L’ORCA DI BLACKFISH RISCHIA DI MORIRE A SEAWORLD

Tilikum è morta a Orlando venerdì scorso. L’orca ha ispirato un movimento per la liberazione degli animali in cattività. La sua è stata una lunga battaglia contro le malattie, compresa l’infezione batterica che l’aveva colpita alcuni mesi fa.

La sua vita ha cambiato la visione internazionale di ciò che accade nell’industria dei parchi marini. Èingiusto confinare in un acquario animali che dovrebbero vivere liberi. Le conseguenze della cattività possono ripercuotersi sull’uomo. Tilikum durante la sua vita in cattività ha causato l’annegamento di tre persone.

L’orca era stata catturata in Islanda nel 1983, quando aveva due anni. Ha trascorso tutta la vita in cattività, per la maggior parte del tempo presso il parco SeaWorld di Orlando.

Tilikum è diventata tristemente famosa quando il 24 febbraio 2010 causò la morte della sua addestratrice. In precedenza, nel 1999 e nel 1990, aveva provocato la morte per annegamento di altre due persone, compreso un addestratore.

orca

Da quel momento gli addestratori iniziarono ad aver paura di lei, ma forse già da allora tutti avrebbero dovuto iniziare a riflettere sulle condizioni di vita degli animali in cattività e sulle conseguenze per l’uomo.

La storia di Tilikum ci fa comprendere cosa accade quando un’orca da predatore libero viene trasformata in animale in cattività per diventare un’attrazione turistica.

Leggi anche: SEA WORLD DEVE CHIUDERE. JANE GOODALL AL FIANCO DI DELFINI, ORCHE E BALENE (VIDEO)

orca seaworld

Ora che l’orca non c’è più. l’unica speranza per gli altri animali è che la sua storia aiuti a fare la differenza nel mondo dei pachi con animali marini. Già negli ultimi anni sono state organizzate molte campagne di boicottaggio contro SeaWorld e via via il parco deciderà di limitare gli eventi di intrattenimento che vedono protagonisti gli animali. Al parco SeaWorld di Orlando, in Florida, gli show con animali continueranno fino al 2019, mentre al SeaWorld di San Diego si è già fortunatamente arrivati all’ultimo spettacolo di questo tipo.

La speranza è che Tilikum sia l’ultima orca destinata a morire a SeaWorld, dove purtroppo si trovano ancora prigionieri, in un ambiente inadatto alla loro specie, animali come pinguini, delfini e leoni marini.

Marta Albè

Photo Credits

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook