Questa adorabile oca si è presentata da sola nella clinica veterinaria dove era ricoverato il suo inseparabile compagno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le oche, come tanti altri volatili, sono animali monogami e quando trovano il partner giusto non ne vogliono proprio sapere di separarsi da questo. Ed è proprio ciò che ha dimostrato la compagna di Arnold, un esemplare maschio di oca del Canada che era stato prelevato dal suo stagno per essere sottoposto ad un intervento ad una zampa presso l’ospedale veterinario Cape Wildlife Center, nel Massachusetts. 

I medici della struttura avevano notato che Arnold zoppicava e hanno poi scoperto che aveva ben due fratture, così hanno deciso di operarlo. Ma, mentre lo sedavano prima dell’intervento, i veterinari sono rimasti stupiti nel vedere la sua compagna davanti alla porta della clinica. 

Abbiamo sentito bussare alla porta della clinica. – raccontano su Facebook dal Cape Wildlife Center – Ci siamo voltati e abbiamo visto la sua compagna nella veranda, che stava tentando di entrare nella nostra clinica! In qualche modo lei lo aveva localizzato ed era agitata perché non riusciva ad entrare. È rimasta lì durante tutta l’operazione, guardandoci lavorare, senza mai muoversi dall’uscio.

Fortunatamente l’operazione è andata per il meglio e lo staff ha deciso di piazzare Arnold vicino alla soglia della clinica in modo da poter restare accanto alla sua compagna ed entrambi sembravano molto più sereni grazie alla presenza dell’altro. 

Spesso ci sono persone che chiedono se possono visitare gli animali che hanno lasciato, ma oggi abbiamo avuto il nostro primo ospite animale! – spiega lo staff dell’ospedale – Per la sicurezza dei nostri pazienti rifiutiamo le visite, ma in questo caso abbiamo dovuto fare un’eccezione!

Del resto…come restare indifferenti di fronte ad un legame così speciale e commovente?!

Fonte: Cape Wildlife Center

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook