Il naso elettronico ispirato ai cani che sa fiutare il tumore ai polmoni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’olfatto dei cani è talmente sofisticato e perfetto che è stato ideato un naso elettronico che cerca di imitarlo con uno scopo importante: quello di fiutare i tumori, in particolare quello al polmone.

Tutto ciò è diventato realtà allo IEO (Istituto europeo di oncologia) a Milano dove, grazie ad un finanziamento dell’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro), il dipartimento di Oncologia ed Emato-oncologia dell’istituto e della Statale ha potuto portare avanti uno studio per favorire le diagnosi precoci di tumore al polmone.

Lo screening preventivo si basa tutto sull’olfatto che sia di animali addestrati a fiutare variazioni nell’urina o nel respiro dei pazienti ammalati o di sofisticati macchinari che vogliono imitare questa capacità straordinaria dei nostri amici animali. Ecco allora che è stato messo a punto con questa finalità importante un naso elettronico in grado di trovare eventuali tracce di tumore in corso.

8 i cani che hanno preso parte alla ricerca per arrivare ad ottenere il risultato sperato, tra di essi un doberman, un bassotto e due pastori belga, tutti addestrati dal Dipartimento di veterinaria della Statale. Grazie al loro prezioso aiuto, un team di ingegneri dell’università di Tor Vergata, è riuscito a sviluppare il sofisticato apparecchio che possiede 8 sensori utili a fiutare il tumore nell’alito dei pazienti sottoposti all’esame. Al momento il test è stato effettuato su un campione di 146 pazienti di cui 70 malati di tumore e nel 90% dei casi si è mostrato affidabile e preciso.

Gli ottimi risultati aprono le speranze ad un futuro in cui si potranno fare diagnosi precoci con apparecchi simili pensati soprattutto per le categorie a rischio, ad esempio i fumatori sopra i 50 anni. L’idea dei ricercatori sarebbe quella di fornire i medici di base di strumenti come questi che, una volta dato esito negativo, dovrebbero portare automaticamente ad approfondire la questione con esami più specifici.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

frecciaCANI ANNUSA TUMORI: EFFICACI PIÙ DEI TEST NEL DIAGNOSTICARE IL CANCRO ALLA PROSTATA
frecciaFRANKIE, IL CANE CHE ANNUSA I TUMORI (E NON SBAGLIA)
frecciaTED, IL CANE CHE ANNUSA UN TUMORE AGGRESSIVO E SALVA LA VITA DELLA PROPRIETARIA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook