Fawn, la mucca salvata dall’allevamento che cammina con le protesi (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Fawn è una mucca fortunata, anche se le sue zampe non funzionano. Anche se la sua vita è iniziata con una tragedia. Perché ora può sfoggiare due nuove protesi che la aiuteranno a camminare e a vivere felice, amata, libera e coccolata. Fawn, infatti, è uno dei tanti animali del Woodstock Farm Animal Sanctuary, essere viventi con storie difficili, salvati da allevamenti e macelli.

Figlia di una mucca da latte di un allevamento americano, quando è nata la sua mamma era confinata e incatenata in una stalla per la mungitura, dove non poteva né voltarsi né sdraiarsi. Così è stata costretta a partorirla in piedi. Quando la piccola è uscita fuori, è caduta nella fossa di cemento del letame che si trovava dietro la fila di mucche. La vitellina ha colpito la superfice con il muso e il ginocchio anteriore, mentre sua madre si disperava per non poterla raggiungere e aiutarla.

Solo il giorno successivo l’allevatore l’ha trovata nella fossa, con le ferite infette e gonfie. Ha così deciso di cederla a una donna del posto di nome Jennifer, conosciuta per il suo amore per le mucche. Ma il veterinario non diagnosticò correttamente la sua frattura e il ginocchio infetto di Fawn non è mai guarito completamente. Le sue zampe sane non sarebbero mai state in grado di sostenere l’ aumento di peso.

fawn3

Per i primi mesi Fawn ha camminato zoppicando, usando le ginocchia delle zampe anteriori. Nel disperato tentativo di darle una possibilità in più, Jannifer ha raggiunto il Santuario per chiedere aiuto. Vedendo le sue ginocchi e le zampe così orribilmente contorte, tutti si aspettavano che i veterinari consigliassero l’eutanasia.

E invece c’era speranza. Per ripristinare la sua capacità di camminare, bisognava operare le zampe anteriori, riparando l’osso danneggiato, il ginocchio e i legamenti accorciati nell’altra zampa. Il suo recupero sarebbe stato lento e il costo notevole.

fawn2

fawn

Ma Fawn ce l’ha fatta e ora cammina grazie a due nuove e bellissime protesi.

Roberta Ragni

Fonte e Photo Credit Woodstock Farm Animal Sanctuary

Leggi anche:

Da allevatore a vegetariano: le mucche “da cacca” che non vanno al macello. Intervista a Fabrizio Bonetto
Masami Yoshizawa e il suo santuario per le mucche dimenticate di Fukushima (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook