©Hu Chao / Xinhua

Ridotto il loro habitat, questi 15 elefanti hanno percorso più di 500 km in cerca di cibo in un’insolita migrazione che fa riflettere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Negli ultimi quattro decenni, gli elefanti asiatici, specie in via di estinzione, hanno perso più del 75% del loro habitat.

Partendo dalla riserva naturale Xishuangbanna, un totale di quindici elefanti asiatici stanno migrando verso nord nella provincia meridionale cinese dello Yunnan, attraversando diversi villaggi e città, in un viaggio di più di 500 km. Le autorità hanno mobilitato migliaia di persone per monitorare la loro migrazione, sospendere il traffico sulle strade su cui marciano e provare a tenerli lontani dagli insediamenti umani.

La squadra di monitoraggio, formata da più di 360 persone, 76 auto e camion della polizia e nove droni, sta cercando di guidare gli animali, tra cui tre cuccioli di elefanti, creando barriere e utilizzando cibo come esca per portarli nelle aree a bassa densità di popolazione. Fortunatamente finora nessun ferito.

Il motivo dell’insolita migrazione

Sebbene il numero di elefanti asiatici in Cina sia aumentato dai circa 170 nel 1980 ai 300 di oggi, le aree di habitat sono diminuite di circa il 75% passando da 2.084 km2 nel 1976 a meno di 500 km2 di questi ultimi anni.

Per questo gli esperti segnalano che il motivo della migrazione non sarebbe poi così insolito. Avendo perso i loro ambienti naturali e non potendo ottenere abbastanza cibo nel loro habitat, gli elefanti asiatici devono spostarsi ai margini della foresta e avvicinarsi nei villaggi abitati e nei terreni agricoli per poter mangiare.

Le tradizionali zone cuscinetto tra esseri umani ed elefanti stanno gradualmente scomparendo, e le possibilità che gli esseri umani incontrino gli elefanti aumentano naturalmente notevolmente.” ha dichiarato Zhang Li, biologo della fauna selvatica e professore di conservazione dei mammiferi alla Beijing Normal University.

Gli sforzi per la conservazione dei nostri amici pachidermi devono essere ancora maggiori. Il recupero dei loro habitat è fondamentale per prevenire un processo di estinzione che potrebbe essere irrimediabile.

FONTE: Xinhua / Global Times

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Schär

Schär, alla scoperta di un mondo fatto di cereali e qualità

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook