Crudeltà e maltrattamenti sugli animali diventano crimini federali: negli USA passa alla camera il Pact Act

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Approvato negli Stati Uniti il disegno di legge che rende la crudeltà e i maltrattamenti sugli animali un crimine federale punibile con multe salate e carcere. Praticamente, chi abusa degli animali negli States, potrebbe veder arrivare sotto casa addirittura l’FBI!

La Camera degli Stati Uniti ha votato all’unanimità per il Pact Act ( Preventing Animal Cruelty and Torture), una grande vittoria per  gli animali e per chi li ama, dato che il provvedimento considera reato federale qualsiasi forma di abuso che vede come protagonisti cani, gatti e tutte le altre specie.

L’atto bipartisan, introdotto dai deputati della Florida Ted Deutch e Vern Buchanan, modificherà una precedente legge approvata nel 2010. Attualmente sono previste punizioni per chi tortura e maltratta animali solo quando ci sono video “osceni” che ritraggono gli abusi. La legge del 2010, tuttavia, incredibilmente non proibisce atti di violenza contro gli animali stessi.

Il Pact Act, al contrario, sì e in più consente di non essere vincolati alle leggi statali ma di poter punire crudeltà e maltrattamenti sugli animali come crimini federali.

Grande soddisfazione da parte di chi ha voluto e sostenuto fortemente il provvedimento come Ted Deutch:

“Il voto di oggi è una pietra miliare nella ricerca bipartisan per porre fine agli abusi sugli animali e proteggere i nostri animali domestici. Questo disegno di legge invia un messaggio chiaro che la nostra società non accetta la crudeltà contro gli animali”.

Molto soddisfatto anche un altro dei promotori del disegno di legge, E Vern Buchanan.

Una volta diventato legge, il Pact Act punirà molto severamente chi tortura, abusa o compie qualsiasi tipo di nefandezza contro gli animali. Si parla di multe salate e fino a sette anni di carcere.

Chi maltratta gli animali potrebbe dunque trovarsi alle prese con l’FBI o altre agenzie federali autorizzate ad arrestare e perseguire coloro che si macchiano di questo crimine.

Ora si attende un rapido passaggio al Senato e la firma del Presidente (e speriamo che stavolta Trump non riservi una delle sue spiacevoli sorprese!).

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook