Orrore in Calabria: lupo avvelenato e appeso in un cartello stradale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avvelenato e appeso su un cartello stradale.Così è stato ucciso un lupo a Marcellinara, piccolo comune della provincia di Catanzaro. Un episodio di una violenza e una crudeltà inaudita che pone ancora una volta l’attenzione sui nostri amici lupi, sempre più vessati dall’uomo.

I cittadini che si sono trovati davanti l’orribile spettacolo hanno subito allertato le forze dell’ordine e sul posto sono arrivati i Carabinieri della stazione locale e i forestali.Mentre si indaga su chi è stato capace di un gesto tanto ignobile, è dura la reazione delle associazioni animaliste e ambientaliste.

lupo marcellinara

“Si tratta di un gesto orribile che stride clamorosamente con gli sforzi compiuti in questi giorni proprio per permettere il recupero e la cura in natura di un lupo nel Parco nazionale della Sila”, spiega Antonio Nicoletti, responsabile Aree protette e biodiversità di Legambiente.

Un evento che succede proprio nel giorno in cui il Parco nazionale della Sila lancia un progetto per la tutela dei lupi.

Da Nord a Sud, i lupi continuano ad essere uccisi. Ogni anno in Italia tra i 200 e i 300 esemplari di questa specie (il 10-20% della popolazione totale) muoiono per bracconaggio, avvelenamento, incidenti.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook