Lucky, il cucciolo di canguro salvato con la rianimazione cardiopolmonare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Eseguire la rianimazione cardiopolmonare, ovvero l’insieme di tecniche di primo soccorso fondamentali in molte situazioni di emergenza, come l’infarto o l’annegamento, può fare davvero la differenza quando la respirazione o il battito cardiaco si interrompono. Ma avreste mai pensato che in questo modo si può salvare la vita anche degli animali?

Un uomo australiano lo dimostra: ha dovuto utilizzare le sue conoscenze di primo soccorso appena apprese per salvare una vittima molto improbabile, un piccolo canguro caduto in un torrente. Mick Hussin è in vacanza a Byron Bay, nel Nuovo Galles del Sud, quando vede un branco di cani inseguire un piccolo canguro in un torrente.

Il canguro, caduto in acqua, sta affogando. Hussin salta nel fiume, afferra l’animale per la coda e lo trascina a riva. Senza perdere tempo, una volta constata la perdita di conoscenza, porta le mani sul petto della vittima e inizia a massaggiare.

Ho pensato che forse stavo sprecando tempo, ma ho deciso di continuare a provare in ogni caso. Dopo dieci minuti di rianimazione cardiopolmonare, le sue manine hanno iniziato a muoversi. È stata la più grande sensazione della mia vita“, racconta il salvatore al NSW Wildlife Information, Rescue and Education Service (WIRES).

Asciuga, quindi, il piccolo miracolato e lo avvolge in un asciugamano prima di contattare il Wires. Il canguro è sano, pesa 1,6 chili e si sta riprendendo bene nelle mani del sapiente personale volontario del centro. “È triste che un paio di secondi e la capacità di fornire una rianimazione cardiopolmonare facciano la differenza tra la vita e la morte. Il Wires è molto contento che il signor Hussin abbia scelto di dare il bacio della vita a questa bella creatura “, dice Leanne Taylor, General Manager of WIRES. La lezione? Fare un corso di primo soccorso può salvare molte vite, umane e non.

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Ferito e col pannolino: e’ il canguro più dolce che abbiate mai visto

Ginecologa salva cucciolo di alce dal fiume

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook