Lesula, scoperta la scimmia dal volto umano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Lesula, il suo habitat naturale si trova in Congo, nel bel mezzo della foresta pluviale africana e per la prima volta questa scimmia è stata osservata dai ricercatori della Lukuru Foundation del Congo e del Museo Peabody degli Stati Uniti.

Un timido esemplare della scimmia colorata è stato trovato nelle foreste pluviali lussureggianti nel cuore della Repubblica Democratica del Congo, una scoperta che ha sorpreso i ricercatori, da tempo alla ricerca di questo splendido animale. “Quando l’ho visto la prima volta, ho capito subito che era qualcosa di nuovo e diverso, ma non sapevo quanto era davvero significativo” ha dichiarato John Hart, ricercatore veterano del Congo e direttore scientifico della Lukuru Research Foundation, con sede a Kinshasa.

Le ricerche erano state avviate nel giugno del 2007, quando gli scienziati trovarono una scimmia precedentemente nota localmente come “lesula” nelle foreste del bacino centrale del Lomami (affluente del fiume Congo). “Descriviamo questa nuova specie come Lomamiensis Cercopithecus” hanno detto gli esperti che adesso, dopo 5 anni di studi e di raccolta di dati sulla sua distribuzione, la morfologia, la genetica l’hanno ufficialmente presentata al mondo.

lesula2

La Lomamiensis C. è un esemplare presente solo nelle foreste pluviali delle zone centrali del Congo. I dati morfologici e molecolari hanno confermato che essa è diversa dal suo congenere più vicino, il Cercopithecus Hamlyni, da cui è separato geograficamente sia dal fiume Congo che dal fiumi Lomami.

La scoperta è stata del tutto casuale. Osservando una foto scattata in un villaggio che raffigurava una giovane ragazza di nome Georgette con una piccola scimmia, gli esperti si sono incuriositi. Dopo cinque anni di lavoro su campo hanno scoperto che la scimmietta girovagava attorno alla casa di Georgette e lì era stata portata dallo zio della ragazza, che a sua volta l’aveva trovata durante una battuta di caccia.

Dotata di lunghi arti e di un corpo snello, il Lesula ha stupito gli scienziati per le sue caratteristiche. Il suo volto, la sua espressione, sono molto simili a quelle umane. Era un animale stupendo, ha detto Hart, con una criniera bionda così come la parte superiore del petto, e una macchia di colore rosso sulla parte bassa della schiena: “Non avevo mai visto nulla di simile in nessun animale della zona” ha rivelato Hart.

La scoperta è stata pubblicata su PlosOne.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook