@Adrian Howard/Twitter

In Inghilterra la polizia ha ucciso un raro daino bianco. La sua “colpa”? Essersi perso in città

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I daini bianchi sono incantevoli ed estremamente rari, oltre che innocui. Eppure, la scorsa domenica in Inghilterra ne è stato ucciso uno dalle forze dell’ordine in quanto ritenuto fonte di pericolo per gli automobilisti. L’animale selvatico (il cui insolito colore è dato dalla minore produzione di melanina) è stato avvistato mentre girovagava per le strade di Bootle, un piccolo nucleo urbano della contea del Merseyside (vicino a Liverpool).

A seguito della segnalazione, la Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals ha consigliato alla polizia di lasciare in pace il daino, spiegando che molto probabilmente sarebbe tornata nel suo habitat naturale da solo. Ma invece di ascoltare il consiglio della RSPCA, gli agenti hanno deciso di “mettere in sicurezza” il cervo in una zona industriale fuori Melling Road e di aver chiamato un veterinario per valutare il suo stato di salute. Poco dopo, però, l’animale ha iniziato ad agitarsi e, visto che i poliziotti non sono stati in grado di trovare un’associazione che potesse aiutarli, si è optato per la soppressione del povero daino. 

Non c’era alcuna opzione per lasciare vagare il daino in quanto poteva essere un pericolo per gli automobilisti e il pubblico nella zona, in particolare col calare del buio – ha spiegato un portavoce della polizia di Bootle Di conseguenza, in prima serata è stata presa la decisione di sopprimere il daino.

Nel riportare la notizia traducendo il termine inglese deer, diverse testate hanno scritto erroneamente che si trattava di un cervo. Ma l’animale in questione era appunto un daino, che si distingue dal primo per i palchi più piatti alla fine (mentre nei cervi sono più ramificati).

Ma la vera domanda che ci poniamo è la seguente: c’era davvero bisogno di uccidere un daino che non aveva fatto del male a nessuno? La sua unica colpa è stata quella di essersi ritrovato nel posto sbagliato e la sua più grande sfortuna quella di aver incontrato persone che non conoscono affatto il rispetto per gli animali…

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: BBC/Merseyside Police/Twitter

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook