Influenza aviaria: nuovi focolai in Europa. Uccisi migliaia di polli e tacchini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In diverse parti d’Europa torna a preoccupare l’influenza aviaria. Il ceppo attuale (H5N8), fortunatamente, non è pericoloso per l’uomo ma migliaia di polli, fagiani, tacchini e altri animali negli allevamenti sono stati soppressi.

Francia, Danimarca, Germania, Gran Bretagna e Paesi Bassi sono al momento le nazioni interessate dal problema.

In Francia, già da un paio di settimane, 45 dipartimenti sono stati dichiarati  a rischio “elevato” di influenza aviaria. E solo pochi giorni fa è stato rilevato un focolaio in un negozio di animali nella Corsica settentrionale. Qui, a seguito dell’osservazione di anomali casi di mortalità tra gli uccelli allevati, è stato rilevato il virus che ha portato alla soppressione di 473 animali, inclusi polli, oche, fagiani e tacchini.

Ma tra i paesi colpiti c’è anche la Germania che, scoperta la presenza dell’influenza aviaria in un allevamento sull’isola di Rügen, ha soppresso oltre 16 mila tacchini. Il giorno dopo, poi, l’influenza H5N8 è stata trovata anche in un altro allevamento di polli tedesco e le autorità hanno fatto sapere che abbatteranno fino a 70mila animali, se necessario.

Nei Paesi Bassi, invece, il 10 novembre i funzionari sanitari  hanno ordinato l’abbattimento di 48.000 polli dopo che l’influenza aviaria è stata scoperta in una fattoria nella provincia di Groningen mentre la Gran Bretagna ha ordinato l’abbattimento di 13.000 uccelli in una fattoria nel nord-ovest dell’Inghilterra dopo aver isolato dei casi.

Non è andata meglio alla Danimarca dove, scoperta l’influenza aviaria in alcuni allevamenti nell’ovest del paese, sono stati abbattuti già 25.000 polli ed è stato imposto dalle autorità sanitarie il divieto di esportare carne e uova per 3 mesi.

Come avrete capito, il problema dei nuovi focolai di aviaria è abbastanza diffuso e sta portando ad un vero e proprio sterminio degli animali negli allevamenti. Il rischio per l’uomo del ceppo attualmente circolante è invece considerato molto basso.

Fonte: Reuters / France 3

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook