Vandali incidono i loro nomi sul dorso di Noelle, rinoceronte di uno zoo francese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il regolamento dello Zoo La Palmyre, a Sud-Ovest della Francia, proibisce espressamente ai visitatori alcuni comportamenti, come quello di offrire cibo agli animali, ma di certo non prevede espressamente il divieto di scrivere i propri nomi sulla pelle degli ospiti della struttura.

In effetti sarebbe strano il contrario, perché nessuno penserebbe mai di incidere la pelle di un animale come se fosse il tronco di un albero.

Eppure un visitatore evidentemente sprovvisto di buonsenso lo ha fatto, grattando la pelle di Noelle, un rinoceronte di quasi due tonnellate che vive nello zoo da ormai 35 anni.

Le immagini di Noelle sono state pubblicate sui Social Network: Camille e Julienne si legge sulla pelle del povero animale.

Le fotografie hanno provocato l’indignazione del popolo del web e lo stupore del direttore dello zoo, Pierre Caillé:

Quando ho visto questo marchio sul rinoceronte, la mia prima reazione è stata sorpresa e disgusto, nei confronti della persona che ha agito in modo abbastanza irrispettoso nei confronti dell’animale – ha dichiarato Caillé.

Il direttore ha spiegato che a La Palmyre gli animali vivono liberi, non sono rinchiusi in gabbie o tenuti lontani dai visitatori con recinzioni. Chi si reca allo zoo può quindi avvicinarsi facilmente agli animali e toccarli e non esistono telecamere di sorveglianza per evitare che la struttura diventi una sorta di grande fratello.

Caillé ha fatto sapere che saranno presi provvedimenti e sarà rafforzata la presenza del personale per poter controllare meglio ciò che accade nello zoo. Per il momento non verranno installati recinti a protezione degli animali ma questa soluzione potrebbe essere considerata qualora si verificassero altri comportamenti irrispettosi verso gli animali.

Nonostante le rassicurazioni di Caillé, restiamo molto dubbiosi sullo stato in cui vivono gli animali in questo zoo francese.
Il visitatore che ha pubblicato le foto di Noelle, ha infatti denunciato anche altre irregolarità tra cui la vendita di mais all’interno della struttura per nutrire gli animali, la presenza di monetine sui corpi dei caimani e lo strano comportamento di alcuni elefanti, impegnati a dondolarsi in segno di stress.

Per quanto riguarda Noelle, fortunatamente le incisioni non gli hanno causato dolore poiché sono state eseguite eliminando uno strato superficiale di pelle morta, probabilmente usando le unghie: per eliminarle è stato sufficiente esfoliare la dura pelle del rinoceronte.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook