Florida: 250 dollari per ospitare nel proprio giardino una tana per le civette in pericolo

Il Consiglio comunale di Marco Island, a Sud della Florida, ha deciso di pagare i residenti che decideranno di ospitare una civetta delle tane nel proprio giardino.

La civetta delle tane (Athene cunicularia) è un rapace diffuso in America, caratterizzato dall’essere attivo nelle ore diurne e di nidificare all’interno di tane e cunicoli scavati da altri animali.

A causa delle intense piogge che si sono abbattute questa settimana in Florida, molte tane si sono allagate e le civette stanno riscontrando molte difficoltà a trovare un luogo adatto a nidificare.

Per aiutare le civette delle tane che abitano a Marco Island, l’amministrazione ha pensato di chiedere l’aiuto dei residenti, offrendo 250 dollari a chi vorrà ospitare una tana nel proprio giardino.

Poiché questi animali sono molto esigenti, la tana sarà costruita dagli esperti della Audubon of the Western Everglades, organizzazione ambientalista. La civetta delle tane, infatti, non ama nidificare nei pressi di alberi o troppo vicino alle abitazioni e non gradisce condividere il proprio spazio con altri esemplari.
Spetterà dunque al team di esperti in fauna selvatica scavare la tana perfetta e attendere l’arrivo delle civette per segnalare loro l’ingresso.
I lavori inizieranno la prossima settimana e si concluderanno in tempo per la nidificazione delle civette, che avviene da febbraio a luglio.

A Marco Island vivono attualmente circa 500 esemplari di civetta delle tane e la specie nel 2017 è stata inserita nell’elenco degli animali minacciati della Florida Fish and Wildlife Conservation Commission.

La civetta delle tane, che un tempo popolava le praterie della Florida centrale, sta scomparendo a causa dello sviluppo agricolo ed edile e oggi i pochi esemplari rimasti si avvicinano alle aree urbane in cerca di un ecosistema adatto a loro. In questo modo, si sono abituati alla presenza degli umani, dunque non sarà un problema per loro nidificare nei giardini delle abitazioni.

A partire dall’autunno del 2017, sono state scavate 92 tane per le civette. Un terzo delle tane è stato visitato dagli animali, che le hanno apprezzate e hanno iniziato a viverci, scavando tunnel per stabilirsi al loro interno.
Il progetto è stato poi portato avanti negli anni successivi e continuerà per i prossimi anni, grazie a stanziamenti di 5000 dollari, che verranno integrati grazie alle sanzioni pagate da chi viola le norme ambientali.

“Marco Island è il primo comune dello stato a mettere in atto un programma progettato per espandere l’habitat di una specie minacciata premiando i cittadini che desiderano partecipare volontariamente.
Saremo un esempio di azione positiva e cooperativa per l’intero stato”, ha dichiarato Jared Grifoni, vicepresidente del Consiglio comunale di Marco Island.

Dall’approvazione del programma il comune è stato inondato da richieste di cittadini interessati a ospitare la tana della civetta, più per aiutare gli animali che non per la ricompensa in denaro che riceverà in cambio.

Leggi anche:

 

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Sparkasse Green

La banca punta alla sostenibilità ambientale

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook