@yakub88/123rf

Orrore nell’Idaho: uccisi dagli agenti federali 8 cuccioli di lupo grigio “adottati” da una scuola

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da anni gli studenti della Timberline High School di Boise, nell’Idaho, osservano un branco di lupi grigi che vive in una foresta nei pressi della scuola superiore. Qualche mese fa all’interno del branco erano nati 8 cuccioli, di cui i ragazzi stavano studiando i comportamenti e che erano ormai diventati le mascotte dell’istituto.

Quando, però, la scorsa primavera alcuni biologi hanno notato che la tana del branco era vuota si sono insospettiti, così hanno pensato di andare a esaminare una lista ufficiale dei lupi morti. E ciò che hanno scoperto di recente è a dir poco sconcertante: i cuccioli sono stati uccisi dal Servizio forestale del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA). 

Com’è facile immaginare, gli studenti sono rimasti sconvolti quando hanno appreso la notizia che riguardava proprio quei cuccioli di lupo “adottati”.

Capisco che molte persone pensano che i lupi siano animali pericolosi – ha commentato al Washington Post Michel Liao, studente della Timberline High e membro del club ambientale della scuola. – Ma è stato così scioccante vedere che gli agenti federali sono stati quelli che sono entrati nella tana di un cucciolo per ucciderli, anche se i cuccioli non hanno fatto nulla.

L’Idaho non è un affatto un Paese per lupi 

Ma com’è possibile che i cuccioli siano stati uccisi con tanta leggerezza? Purtroppo l’Idaho è uno degli Stati Usa in cui i lupi sono maggiormente a rischio, soprattutto negli ultimi tempi. Lo scorso maggio il governatore dell’Idaho Brad Little ha approvato una legge che consentiva ai cacciatori di uccidere il 90% della popolazione di lupi che vivono nello Stato. 

Ad agosto, i gruppi animalisti e ambientalisti avevano chiesto al Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti di sospendere immediatamente l’uccisione di cuccioli di lupo su tutti i terreni pubblici. Ma le richieste non sono state ascoltate. Alla fine, agli inizi di ottobre l’USDA ha ammesso in una lettera di aver ucciso gli 8 cuccioli, giustificandosi in questo modo:

Gli esperti che lavorano al nostro programma hanno stabilito che l’abbattimento dei lupi giovani incoraggia i lupi adulti a trasferirsi, riducendo così il numero complessivo di uccisioni necessarie per tutelare il bestiame. Dopo queste azioni di controllo, non ci sono stati ulteriori saccheggi di bestiame in quei luoghi.”

Ma per Michel Liao e gli altri studenti della Timberline High School non è una risposta accettabile. Per questo lui e i suoi compagni di scuola hanno deciso di scrivere una lettera indirizzata al presidente degli Stati Uniti Joe Biden per esortarlo a inserire nuovamente i lupi grigi nella lista delle specie minacciate d’estinzione, almeno fino a quando le istituzioni dell’Idaho non saranno in grado di gestire i lupi senza ucciderli. 

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonti: The Washington Post/USDA

Leggi tutti i nostri articoli sui lupi:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook