Il tuo allevamento: il gioco on line per bambini che sfata il mito della vecchia fattoria (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mucche al pascolo, polli e maiali felici. È così che vengono rappresentati gli animali da allevamento in tutte le fattorie giocattolo, creando nell’immaginario collettivo un’idea di allevamento che non corrisponde certamente a quella che è la realtà più diffusa nel mondo e nel nostro paese.

Per questo CIWF ha creato “Il Tuo Allevamento”, un gioco on line che svela cosa succede davvero negli allevamenti intensivi e quali sono i costi a livello ambientale, sociale e per la salute pubblica di tale sistema. Con una grafica accattivante, potente sarcasmo e la possibilità di interagire, si apprende facilmente che gli animali da allevamento non pascolano o razzolano felici sull’erba e all’aria aperta, ma sono ammassati in capannoni chiusi, spesso anche in gabbie anguste, per tutta la loro vita.

Qualche esempio? Per giocare è necessario l’uso di antibiotici, perché gli animali al chiuso, in ambienti sovraffollati, si ammalano facilmente. Per dare loro da mangiare bisogna procurarsi mangime a base di soia, coltivata magari in Brasile, a costo di deforestazione e perdita di biodiversità. L’importante è che si tengano le porte chiuse, perché ai clienti potrebbe non piacere cosa avviene dentro i capannoni.

animals with angled food CV1A9756

animals with antibiotics CV1A9695

animals with soy CV1A9676

L’intento del gioco è quello di abbattere i muri dei capannoni, per far tornare gli animali sui pascoli, all’aria aperta e al sole.

“Questa azione è una metafora potente della semplice soluzione che abbiamo già a disposizione per “guarire” il nostro sistema alimentare malato: portare gli animali fuori dagli allevamenti intensivi e di nuovo sulla terra. La vecchia fattoria non è il passato da dimenticare, ma un sogno che tutti possono aiutare a realizzare, trasformando il proprio allevamento e invitando altre persone a giocare”, spiega l’associazione.

Annamaria Pisapia direttrice di CIWF Italia Onlus, aggiunge:

“Siamo orgogliosi di potere lanciare anche in Italia IL TUO ALLEVAMENTO, una iniziativa che va dritta al cuore del problema: la mancanza di trasparenza di un sistema, quello intensivo, che, per ottenere accettazione sociale, ricorre a ogni genere di falsità, da quelle su un presunto rispetto del benessere animale, a quelle sulla sua “sostenibilità”. La verità è invece quella svelata dal TUO ALLEVAMENTO: il sistema intensivo è crudele verso gli animali, mette a rischio la salute pubblica e distrugge l’ambiente”.

Roberta Ragni

Leggi anche:

I SEGRETI DEGLI ALLEVAMENTI INTENSIVI SVELATI DA UN DRONE (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook