Rachele, la giovane mamma adottiva che insegnerà agli ibis eremita come migrare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono pronti per partire verso lo svernamento i 28 Ibis eremita che tuttora si trovano in Austria. Grazie al programma della Terza Migrazione Guidata dall’Uomo 2016, i 28 magnifici esemplari verranno condotti in Toscana nel prossimo mese di agosto.

La giovane Rachele Trevisi, mantovana, sarà la prima italiana a prendere posto sull’ultraleggero che porterà gli Ibis eremita lungo la rotta di svernamento, dall’Austria alla Toscana. Al suo fianco Milena Klumb. Le due, alla testa di 14 Ibis eremita, comporranno una delle due squadre della Terza Migrazione Guidata dall’Uomo 2016. Altrettanti esemplari saranno affidati alla seconda squadra, formata dalle veterane Corinna Esterer e Anne-Gabriela Schmalstieg.

L’ibis eremita è una specie estinta in Europa allo stato selvatico da più di 400 anni. Ad oggi, se ne contano poche decine di coppie nel resto del mondo ed è proprio questo che ha indotto i ricercatori del Waldrappteam assegnatari del progetto LIFE+ “Reason for hope 2014-2020” a fare un tentativo prima dell’estinzione definitiva in natura.

La collaborazione con zoo europei che detenevano alcuni esemplari in cattività è stata fondamentale per mettere a disposizione le uova di questi uccelli che sono state “covate” grazie a delle incubatrici. I piccoli sono stati poi allevati da alcune mamme “adottive” che hanno insegnato loro anche a volare grazie all’utilizzo di speciali ultraleggeri. Obiettivo, insomma, è quello di insegnare agli Ibis a tornare a migrare.

Ibis migrazione

Unico partner italiano è il Parco Natura Viva di Bussolengo, con la responsabilità di diffondere le finalità del progetto per prevenire soprattutto gli atti di bracconaggio a carico degli esemplari su suolo italiano.

Rachele Trevisi e Milena Klumb sono impegnate in questi giorni nell’avvio del processo di imprinting dei 14 pulcini di Ibis eremita presso lo zoo di Vienna. Qui rimarranno fino al 35° giorno di vita dei piccoli, quando poi saranno in grado di iniziare la fase di addestramento al volo nei pressi di Salisburgo.

Proprio grazie all’imprinting e ai 3 mesi di addestramento, in agosto i giovani Ibis seguiranno le due “mamme adottive” a bordo dell’ultraleggero durante la Migrazione Guidata dall’Uomo. Così memorizzeranno la rotta di migrazione che li condurrà al caldo dell’Oasi di Orbetello prima dell’inverno. Poi in primavera, gli uccelli dovranno percorrere autonomamente in senso inverso la rotta per tornare al fresco del nord.

Buon viaggio meravigliosi Ibis, e tornate presto a popolare i cieli d’Europa!

Germana Carillo

LEGGI anche:

frecciaGLI IBIS EREMITA ARRIVANO AD ORBETELLO: LA SPETTACOLARE MIGRAZIONE GUIDATA DALL’UOMO (FOTO E VIDEO)

frecciaIBIS EREMITA, TERMINATO L’INCREDIBILE VIAGGIO DELLA MIGRAZIONE AUTUNNALE (FOTO)

frecciaL’IBIS EREMITA RITORNA IN EUROPA DOPO 400 ANNI GRAZIE A UN VELIVOLO ULTRALEGGERO (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook