Strage di cetacei Nuova Zelanda: decine di globicefali morti dopo essersi spiaggiati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Circa 19 globicefali sono morti dopo essere rimasti bloccati al largo delle coste della Nuova Zelanda intrappolate su banchi di sabbia, a seguito della marea in calo. Le squadre di soccorso sono riuscite a salvarne alcuni, mentre gli altri purtroppo non ce l’hanno fatta.

Lo scorso fine settimana, il ministero della Conservazione neozelandese aveva comunicato che un gruppo di globicefali era rimasto bloccato e che il gruppo ambientalista Project Jonah stava cercando di salvarli.

“Circa 40 globicefali sono stati avvistati e purtroppo 25 sono rimasti bloccati”, ha detto il portavoce del gruppo ambientalista Project Jonah che ha documentato il salvataggio sui propri social.

La marea si è abbassata molto e i cetacei sono rimasti intrappolati nella sabbia, I volontari attraverso teli e acqua hanno fatto il possibile per mantenere umidi i grossi animali marini.
Questi globicefali (Globicephala melas) fanno parte di un pod di circa 60 esemplari. Questo incidente avviene quasi un mese dopo che circa 380 globicefali sono morti dopo essere rimasti bloccati sulla costa occidentale dell’isola australiana di Tasmania. Il più grande spiaggiamento registrato al mondo si è verificato nel 1918, quando circa mille globicefali morirono al largo delle isole Chatham, nella Nuova Zelanda sud-orientale.

Sono diverse le ipotesi fatte dagli scienziati sul perché i globicefali finiscano in acque poco profonde, tra le tante ci sono inquinamento acustico, ricerca di cibo o disorientamento da parte del capogruppo. Secondo gli ultimi aggiornamenti, pubblicati sempre dal gruppo di conservazione, gli altri globicefali stanno prendendo la direzione giusta per tornare a largo, ma rimane un monitoraggio costante

“I globicefali sono stati reindirizzati e i due gruppi di balene (un gruppo bloccato sulla spiaggia e un gruppo in acque poco profonde) sono stati messi insieme e guidati al largo. Rimarremo in allerta”.

Fonte: Project Jonah New Zealand/Facebook/ El comercio

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook