Avvistate per la prima volta le due uniche giraffe nane del mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Due giraffe nane sono state scoperte per la prima volta. Gli animali vivono liberi in Natura, nel parco nazionale delle cascate di Murchison, in Uganda.

Dimentichiamo gli animali alti e slanciati, dal collo lungo ed elegante. Le adorabili Gimli e Nigel sono bassine e hanno le gambe tozze. Alte circa 2,7 metri, le due giraffe nane hanno una stazza circa la metà dei loro simili. Purtroppo la loro sorte non è propizia visto che la bassa statura potrebbe metterle in una posizione di svantaggio in natura.

Gimli, così ribattezzata in nome del fidato aiutante nano della trilogia “Il Signore degli Anelli”, è stata avvistata per la prima volta nel 2015 nel Parco nazionale delle Murchison Falls in Uganda. I ricercatori sono rimasti a bocca aperta quando l’hanno notata.

“La reazione iniziale è stata di incredulità”,

ha detto al New York Times l’autore principale dello studio Michael Brown, ricercatore di scienze della conservazione presso la Giraffe Conservation Foundation e lo Smithsonian Conservation Biology Institute. Le gambe della giraffa erano insolitamente corte. Ma non era l’unica. Nel 2018, i ricercatori hanno osservato un’altra giraffa alta 2,6 metri, soprannominata “Nigel”. Essa viveva in una fattoria privata nella Namibia centrale.

Di recente, uno studio ne ha calcolato le dimensioni esatte rivelando che sono affette da nanismo. Secondo una dichiarazione della Giraffe Conservation Foundation, questa è la prima volta che il nanismo è documentato nelle giraffe in cattività o selvatiche. Gli scienziati hanno pubblicato i loro risultati a dicembre sulla rivista BMC Research Notes.

Dopo aver studiato le proporzioni di queste giraffe, confrontandole con altre simili della stessa età, i ricercatori hanno stabilito che Gimli e Nigel hanno una displasia scheletrica o uno sviluppo osseo anormale, che ha provocato nanismo. Tale condizione oltre che negli esseri umani, è stata osservata negli animali domestici, inclusi cani, mucche e maiali, ma raramente è stata notata negli animali selvatici.

La loro bassa statura potrebbe renderle prede più facili,

“poiché non hanno la capacità di correre e calciare in modo efficace, che sono due delle tattiche anti-predatori più efficaci della giraffa”, ha detto Brown.

Inoltre, la riproduzione sarebbe una sfida: entrambe le giraffe sono di sesso maschile e sarebbe quasi impossibile per loro accoppiarsi con le giraffe femmine, che possono essere alte fino a 4,3 m.

Gimli è stata avvistata l’ultima volta a marzo 2017 e Nigel a luglio 2020, ma i ricercatori sperano di rivederle presto.

Fonti di riferimento: Reuters, Smithsonian, TheNewYorkTimes, BMC Research Notes

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook