Caccia alle balene: il Giappone ignora lo stop dell’Aia e riparte nel 2015

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Giappone continuerà a cacciare le balene nel 2015, nonostante il no dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia che lo scorso Marzo aveva respinto i fini scientifici usati per giustificare la selvaggia pratica a danno di questi maestosi giganti del mare.

Shinzo Abe ha utilizzato una storica visita in Australia e Nuova Zelanda per ribadire che il Giappone rispetterà la decisione della giustizia, ma continuerà la sua caccia alle balene per la “ricerca”. Il verdetto, sostiene il primo ministro, non la proibirebbe, stabilendo soltanto dei protocolli per l’uso sostenibile delle risorse.

“Sulla base di questo il Giappone sta esaminando il diritto internazionale e si impegnerà nella caccia alle balene per la ricerca scientifica, al fine di raccogliere le informazioni indispensabili per gestire le risorse baleniere”, ha detto Abe.

Abbott ha espresso la sua opposizione sul tema, spiegando che: “l’Australia e il Giappone rispettosamente differiscono sulla questione della caccia alle balene”. L’annuncio ha però suscitato le proteste da parte degli ambientalisti, che ritengono che il programma di caccia alle balene del Giappone sia solo un tentativo di eludere il divieto di commercio di carne di balena.

Dal 1995, i balenieri giapponesi hanno ucciso circa 3.600 balenottere minori e altre balene, proprio all’interno di questo fantomatico programma che pretende di studiare gli schemi migratori e l’impatto che hanno sugli ecosistemi oceanici. Ma con i metodi di cui oggi disponiamo, è davvero assurdo dire che bisogna uccidere le balene per studiarle.

Roberta Ragni

Leggi anche:

L’Aja salva la balene: è illegale. Stop alla caccia in Giappone

Giappone, uccise 251 balene nel 2014. L’ultima caccia grazie a stop Corte Aja

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook