Un fucile da caccia come premio alla lotteria: scivolone del circolo Giffoni di Legambiente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Giffoni Valle Piana. Una lotteria organizzata dal circolo di Legambiente “Il Picchio” si trasforma in un clamoroso autogol da parte dei rappresentanti locali dell’associazione ambientalista. Il primo premio infatti è un fucile da caccia.

Una beffa che fa quasi sorridere per l’assurdità di cui è carica. Un’associazione ambientalista, che difende gli animali, premia con uno degli strumenti che provoca la morte, un fucile. Giffoni, il piccolo centro della provincia di Salerno reso noto dal Festival del cinema dei ragazzi, verrà ricordato anche per questo.

Al secondo posto, per coerenza verrebbe quasi da dire, una canna da pesca. Della serie, non si risparmia nessuno, né per terra né per mare. Per fortuna, il terzo premio era un cesto di prodotti tipici.

Com’è facilmente intuibile, è arrivata subito la tirata d’orecchie da parte dei vertici di Legambiente, che hanno condannato l’accaduto, considerandolo un grave danno all’immagine.

Sottolineando il fatto che l’associazione sia ambientalista pacifista, contraria all’uso delle armi e della violenza e impegnata nel diffondere la cultura del rispetto degli animali, il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo ha definito vergognosa l’idea di mettere in palio il fucile da caccia.

legambiente giffonie

Foto

“Abbiamo saputo per caso di questa iniziativa vergognosa ma abbiamo pensato a un pessimo scherzo. Purtroppo invece era tutto vero, quindi abbiamo avviato le procedure previste dal nostro statuto per espellere il circolo responsabile di questa gravissima azione, decisa senza nessun coinvolgimento degli organi associativi, che condannano fermamente quanto accaduto”.

Sembrava quasi una fake news, confermata invece dal presidente del circolo Enrico Tedesco:

“Bisogna dialogare con i cacciatori che da queste parti sono tantissimi, questo è il senso della nostra lotteria che era comunque un’iniziativa circoscritta al nostro territorio. Io non intendo promuovere la caccia ma lo sport” è stata la giustificazione.

Donare in premio un fucile da caccia può essere un deterrenti dunque? Una prospettiva insolita.

LEGGI anche:

“Non ci sono scusanti e nemmeno spiegazioni logiche per quanto è accaduto e il circolo di Giffoni Valle Piana, sospeso da ieri, ora verrà espulso dall’associazione” ha fatto sapere Legambiente attraverso il presidente nazionale Rossella Muroni.

Uccidere gli animali, purtroppo, ancora oggi viene considerato uno sport.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook