Turisti prendono a bastonate e sassate una foca indifesa per fare un selfie con i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Presa a mazzate e colpita con pietre e sassi per poter fare un selfie. Un brutale assalto fatto a una foca, la cui unica colpa è stata quella di avvicinarsi curiosa alla riva. Così dopo averla paralizzata a suon di colpi, ‘i bambini hanno potuto fare una foto con l’animale’.

Un video assurdo diffuso dalla giornalista Roksana Panashchuk che mostra, ancora una volta, la brutalità dell’essere umano nei confronti di una povera foca indifesa. Le immagini sono terribili: la foca si avvicina e i turisti gli si avventano contro con bastoni e sassi. Il video è stato girato nel villaggio di Kuryk, situato sulla sponda orientale del Mar Caspio, e arriva a poche ore da un episodio molto simile, sempre in Kazakistan, dove a perire è stato un cucciolo.

Bastoni e sassi scagliati con astio, mentre la folla attorno non fa nulla per fermare questa violenza. La foca alla fine stremata perde conoscenza. Così i turisti la portano fuori dall’acqua e i bambini iniziano a farsi i selfie e poi dopo questo divertimento dell’orrore la rigettano in mare, ma nessuno sa se alla fine è sopravvissuta.

Immagini che lasciano senza parole:

foca maltrattamento

@ ROKSANA PANASHCHUK

foca maltrattamento

@ ROKSANA PANASHCHUK

foca maltrattamento

@ ROKSANA PANASHCHUK

Lo stesso trattamento, qualche giorno fa, era stato riservato a un cucciolo di foca:

Immagini che si commentano da sole e che non vorremmo mai avervi voluto mostrare.

Fonte: ROKSANA PANASHCHUK/New York post

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook