Cinque fenicotteri feriti e uno morto trovati rinchiusi in box di legno all’aeroporto di Mérida

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rinchiusi in una scatola come se fossero oggetti, ma erano fenicotteri rosa. La Guardia Nazionale del Messico ha scoperto sei fenicotteri all’aeroporto internazionale di Mérida. Purtroppo uno era morto.

Una storia davvero surreale arriva dal Messico, e precisamente dallo Yucatan. Qui sei fenicotteri rosa sono stati scoperti dalla polizia e dal Procuratore Federale per la Protezione Ambientale (PROFEPA)in tre scatole di legno. I poveri animali avevano le ali spezzate e infiammate ed erano disidratate.

La loro destinazione sarebbe stata il comune di Tlajomulco de Zúñiga, Jalisco, ma per fortuna sono state scoperte prima che potessero fare una brutta fine. A insospettire la polizia aeroportuale era stato il fatto che tre scatole di legno avessero dei piccoli fori sui lati. Strano per una spedizione.

Così hanno deciso di ispezionarle e hanno trovato i poveri animali, due per scatola. Purtroppo per un fenicottero non c’è stato nulla da fare. La documentazione che presumibilmente avallava il trasferimento della specie presentava incongruenze e i fenicotteri non avevano il microchip identificativo.

Questi uccelli selvatici sono protetti dallo standard messicano ufficiale NOM-059-SEMARNAT-2010, quindi sono stati trasferiti alle strutture PROFEPA per le cure.

Le ennesime vittime del commercio illegale della fauna selvatica.

Fonti di riferimento: Governo del Messico

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook