Si scontra con un’auto e si spezza un’ala: salvato falco grillaio, bellissimo rapace a rischio estinzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stato un incontro inusuale e inaspettato quello fatto ieri mattina dai carabinieri di Agrigento. Mentre si trovavano in servizio sulla SS 640 Caltanissetta – Agrigento per effettuare i controlli legati al contenimento del coronavirus, si sono imbattuti in un raro esemplare di Falco Grillaio, che si trovava a terra con un’ala spezzata.

Il volatile era finito al suolo dopo aver sbattuto violentemente con un’auto. Ma, fortunatamente, la pattuglia che passava di lì l’ha soccorso e trasportato nella sede dell’Associazione “Caretta Caretta e Fauna Selvatica” di Favara. Qui è stato affidato al vicepresidente dell’associazione che, dopo averlo sottoposto alle prime cure d’emergenza, si sta occupando di trasferire l’animale al Centro di Recupero Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea per ulteriori cure e accertamenti. Poi, verrà rilasciato nuovamente in libertà.

@AgrigentoNotizie

Il Falco Grillaio – il cui nome scientifico è “Falco Naumanni” – è un rapace davvero raro, oltre che bellissimo, e appartiene ad una specie protetta che rientra nella categoria degli animali “in stato di conservazione vulnerabile”.

Nel 2018 è stato pubblicato dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) il «Piano d’Azione nazionale per il grillaio (Falco naumanni)», quaderno di conservazione della natura che identifica le minacce di questa straordinaria specie, a rischio estinzione non soltanto in Italia, ma a livello globale. E vederla volare nei nostri cieli fa ben sperare!

Fonte: Agrigento Notizie /ISPRA 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook