C’è l’uovo! I falchi pellegrini del Pirellone di Milano sono di nuovo in dolce attesa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Giulia ha deposto il primo uovo! Non tutti sanno che lassù, in cima al Pirellone di Milano, vive una coppia davvero sui generis: sono Giò&Giulia, un duo di falchi pellegrini che dal 2017 nidifica proprio sul grattacielo Pirelli, a 125 metri di altezza. Ogni anno molti cittadini attendono il ritorno dei volatili al nido e la loro cova. E così è stato anche quest’anno.

Nella mattinata di ieri 3 marzo è comparso il primo uovo nel nido della celebre coppia di rapaci, che ora i due falchi si daranno il cambio per la cova.

I falchi pellegrini furono stati scoperti circa tre anni fa durante i lavori di ristrutturazione del Palazzo. Fu allora messo su per loro un nido artificiale per ospitare la cova, così come fu installata una webcam (link sotto) per osservarli 24 ore su 24.

L’osservazione di Giò&Giulia – nomi scelti per omaggiare Giò Ponti, progettista del “Pirellone”, e la moglie Giulia – è diventata una bellissima abitudine di molti cittadini milanesi che attendono ogni anno il ritorno dei volatili al nido.

Nella primavera 2019 nacquero due piccoli di falco chiamati Lisa&Lea, nomi venuti fuori da un sondaggio pubblicato sulla pagina Facebook della Regione Lombardia in omaggio alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Anche nel 2020 i falchi sono tornati al Pirellone. Nel pomeriggio di domenica 19 gennaio 2020 si è registrato il primo avvistamento di Giò&Giulia vicino al nido e dopo la fase di corteggiamento oggi la lieta novella: l’uovo c’è!

Quando nascerà il piccolo? La durata della cova va da un minimo di 28 giorni a un massimo di 35: il falchetto, quindi, potrebbe nascere tra il 31 marzo e il 7 aprile.

Fonte: Giò&Giulia Falchi Pellegrini a MilanoFalco pellegrino webcam 1 / Falco pellegrino webcam 2 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook