Entro 1 anno il mondo non avrà più vaquita: è ufficiale, li abbiamo condannati all’estinzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il numero di vaquita continua a diminuire e, secondo un nuovo studio, potrebbero essere solo sei gli esemplari rimasti in vita.

La ricerca è stata recentemente pubblicata sul Royal Society Open Science e ha confermato l’estinzione della specie entro un anno, a meno che non vengano intraprese azioni rapide.

A minacciare le focene più piccole del mondo che abitano il Golfo del Messico sono le reti utilizzate per la pesca illegale della totoaba, pesce marino la cui vescica natatoria è impiegata nella medicina tradizionale cinese.

L’uso di queste reti è vietato dal 2015 ma i pescatori continuano le loro attività senza curarsi della normativa: da marzo 2016 a marzo 2019, sono state trovate ben 10 vaquita uccise dalle reti, in cui finiscono per errore.

Per riuscire a contare le vaquita ancora in vita, i ricercatori hanno avviato un monitoraggio acustico. Hanno così scoperto che nel 2017 è rimasto ucciso il 48% degli esemplari e un ulteriore 47% di vaquita è morto nel 2018: oggi gli esemplari sopravvissuti potrebbero essere da 6 a 19.

Gli autori dello studio non si danno però per vinti e credono sia ancora possibile salvare le vaquita: occorre però agire immediatamente.

Len Thomas, coautore della ricerca, sostiene che far cessare subito la pesca illegale potrebbe salvare la specie:

Ci sono molti casi di altre specie che si riprendono da un basso numero di abitanti. Se interrompessimo la pesca illegale, potrebbero riprendersi.
Ogni giorno sprecato fa la differenza. La cosa fondamentale è che ora abbiamo bisogno di azioni e abbiamo ancora pochi giorni – ha detto il ricercatore.

Anche da Sea Shepherd arriva un messaggio di speranza:

Non importa quanto siano bassi i numeri, c’è ancora speranza per le specie se riusciamo a tenerle al sicuro. Sea Shepherd sta facendo il possibile per garantire che l’area rimanga libera dalla reti.
Finché rimane una vaquita, continueremo a lottare per loro.

Il problema è che se la pesca illegale continuerà come è accaduto fino ad oggi, non ci sarà davvero più nulla da fare per la vaquita.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook