Troppa droga gettata nei WC, rischio overdose per gli animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gettare droga nei WC mette a rischio la salute degli animali provocando tossicodipendenza. Sembra una bufala ma a quanto pare non lo è, o perlomeno non del tutto. Il dibattito in merito alla pericolosità delle droghe gettate negli scarichi è iniziato in seguito alla pubblicazione di un post su Facebook da parte della polizia di Loretto, cittadina del Tennessee, successivamente eliminato.

Dopo aver catturato un sospetto che voleva disfarsi della droga buttandola negli scarichi fognari, la polizia locale ha colto l’occasione per segnalare alla popolazione che un tale comportamento è pericoloso per la fauna e, nel caso specifico, per gli alligatori, che potrebbero diventare tossicodipendenti.

Gli agenti volevano solo scherzare? Forse sì, dato che il tono dei post pubblicati era ironico, forse no. Difatti, come avevano evidenziato su Facebook, le sostanze che vanno a finire nei condotti fognari passano nelle vasche di ritenzione, le cui acque mantengono tracce di droga e farmaci vari, resistenti alle operazioni di pulizia, contaminando di conseguenza falde acquifere e terreni, e la fauna che li abita. Per questo la polizia invitava a disfarsi di eventuali farmaci portandoli negli appositi centri comunali.

Ironie a parte sull’overdose dei meta-alligatori, lo scarico di farmaci e droghe nei WC può davvero provocare problemi alla salute di pesci, volatili acquatici e animali che vivono in prossimità delle acque contaminate. Basti pensare che uno studio condotto sui fiumi europei aveva rilevato moltissime tracce di cocaina, evidenziando come questa sostanza si accumulasse nel corpo delle anguille, mettendone a rischio la vita. A dimostrazione che la droga può causare seri danni alla fauna ittica.

Un altro studio ha analizzato le acque fognarie, e delle falde da cui si estrae l’acqua potabile, delle aree più urbanizzate e industrializzate d’Italia, evidenziando la presenza nella sola area milanese di circa 80 sostanze fra cui anche molti farmaci e droghe. Sostanze che, come dimostrano alcune ricerche e studi, fra cui citiamo “Medicating the environment: assessing risks of pharmaceuticals to wildlife and ecosystems” e “Drugs in the water“, potrebbero non essere affatto innocue per gli animali che vi entrano in contatto. Insomma, è proprio il caso di iniziare a fare attenzione a ciò che gettiamo nel WC!

Ti potrebbe interessare anche:

Acque drogate: a Milano i fiumi sono pieni di farmaci e disinfettanti

Laura De Rosa

Fonte: tennessean

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook