Parigi vieta l’uso di animali selvatici nei circhi dal 2020

Gli animali selvatici non potranno più essere sfruttati nelle esibizioni nei circhi parigini.
Il Consiglio di Parigi ha deciso così ieri sera, votando una delibera che vieta il permesso a occupare il suolo pubblico per i circhi che utilizzano animali selvatici durante gli spettacoli.

Le nuove regole entreranno in vigore a partire dal 2020 e non saranno valide per il Cirque d’Hiver Bouglione e per il Cirque Arlette Gruss, poiché proprietari dell’area occupata o titolari di concessioni già in essere.

Gli altri circhi potranno continuare a lavorare ma dovranno convertirsi a spettacoli che non prevedano l’uso di animali selvatici.
Per facilitare la conversione, i titolari dei circhi potranno contare sull’aiuto economico delle istituzioni, con incentivi pari a circa 50mila euro in tre anni.
Verrà inoltre fornito un sostegno finanziario alle strutture francesi senza scopo di lucro che decideranno di prendersi cura degli animali selvatici.

Secondo i sondaggi, due terzi dei francesi sono contrari alla presenza di animali selvatici nei circhi e il divieto era in discussione da due anni a Parigi.

“Possiamo congratularci con noi stessi per questa decisione, che corrisponde a un progresso sociale desiderato da tutti i francesi”, ha dichiarato Pénélope Komitès, assistente per gli spazi verdi di Parigi.

Ora che finalmente è stata presa una decisione, questa è stata accolta con entusiasmo e gioia dalle associazioni animaliste e ambientaliste e sollevato polemiche da parte dei proprietari dei circhi.
Secondo questi ultimi, eliminare gli animali dai circhi è come eliminare i clown e riduce la spettacolarità delle esibizioni.

Greenpeace France appoggia invece la decisione e spera che tutto lo Stato prenda posizione sull’argomento.

Il ministro per la transizione ecologica Elisabeth Borne ha recentemente promesso “annunci importanti nelle prossime settimane”, in merito all’uso di animali selvatici nei circhi.

Sono sempre di più le città e i Paesi che decidono di vietare l’uso di animali selvatici nei circhi. Ci auguriamo che anche in Italia si arrivi presto a un divieto che riguardi non solo gli animali selvatici ma tutti gli animali sfruttati negli spettacoli.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook