@LUKE23/123rf

Firmato disegno di legge che consente l’uccisione del 90% dei lupi di questo Stato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non c’è pace per i lupi degli Stati Uniti. Negli scorsi giorni il governatore dell’Idaho ha firmato un disegno di legge che dà il via libera all’uccisione del 90% degli esemplari che vivono nel territorio statale. Secondo le stime, nell’Idaho i lupi grigi sarebbero circa 1500, ma con questo nuovo provvedimento nel giro di poco potrebbero sopravviverne soltanto 150. La misura, approvata sia dalla Camera che dal Senato, punta a ridurre gli attacchi della specie nei confronti del bestiame e di specie selvatiche come cervi e alci.

Come è facile immaginare, il nuovo disegno di legge ha trovato il pieno sostegno da parte dei cacciatori e degli allevatori, mentre è stata fortemente criticata dalle associazioni ambientaliste e persino da organizzazioni che in genere sostengono la caccia, come l’Idaho Department of Fish and Game La nuova legge non consente soltanto di abbattere centinaia di lupi, ma amplia anche le modalità di caccia: questi animali potranno essere inseguiti con motoslitte, intrappolati, fucilati dagli elicotteri. Ai cacciatori sarà concessa la possibilità di usare apparecchiature per la visione notturna. Non sarà ammessa alcuna pietà neanche nei confronti dei cuccioli, che potranno essere essere uccisi all’interno di proprietà private. 

Le reazioni dei cacciatori e degli allevatori dell’Idaho 

“Penso che la nuova legge sia molto efficace” ha commentato Steve Alder dell’Idaho for Wildlife, un gruppo che si batte per l’uccisione dei lupi per aumentare il numero degli alci. “Penso che resteranno davvero soltanto 150 esemplari.”

Adler si è detto anche molto soddisfatto per le nuove modalità di caccia, in particolare per l’uso di apparecchiature per la visione notturna e ha ricordato una gita in campeggio quando un branco di lupi è apparso nell’oscurità della notte. “Se avessimo potuto usare la visione notturna, avremmo potuto far fuori molti lupi” ha dichiarato Alder.

Dello stesso parere sono anche gli allevatori dell’Idaho, che accusano i lupi di mettere in pericolo il loro bestiame oltre che la fauna selvatica. 

Le reazioni delle associazioni ambientaliste 

Il nuovo disegno di legge è stato condannato aspramente dal fronte ambientalista e non solo. 

“È una grande sconfitta per il lupo grigio negli Stati Uniti.” ha commentato Zoe Hanley del gruppo Defenders of Wildlife – Per anni i lupi dell’Idaho sono stati continuamente perseguitati durante le stagioni di caccia e cattura più permissive della nazione e questo disegno di legge spinge la specie sull’orlo della ricollocazione federale.” 

Anche il Center for Biological Diversity è intervenuto sulla vicenda, chiedendo al Segretario dell’Interno Deb Haaland di tagliare milioni di dollari all’Idaho destinati alla tutela della fauna selvatica e alle opportunità di svago all’aperto. 

“Siamo delusi dal fatto che il governatore Little abbia firmato un disegno di legge così crudele e concepito male” ha dichiarato Andrea Zaccardi, legale del Center for Biological Diversity. 

La strage legalizzata nell’Idaho rischia di annullare decenni di sforzi fatti per preservare e far crescere la popolazione dei lupi grigi della nazione. 

Fonte:  Idaho Department of Fish and Game/Defenders of Wildlife

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook