Il celebre delfino Zafar è stato trovato morto su una spiaggia olandese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il delfino Zafar è stato trovato morto sulla spiaggia di Wijk aan Zee, in Olanda. La sua storia aveva commosso il mondo ma il povero animale è morto e il suo corpo è stato trasferito all’Università di Utrecht dove verrà studiato per capire cosa lo ha ucciso.

Il delfino Zafar era una vera e propria celebrità in Bretagna dove interagiva con i subacquei dal 2018 ed era balzato “agli onori della cronaca” quando, in calore, si strofinava ai bagnanti della baia di Brest, costringendo le autorità a vietare la baneazione in pieno agosto. All’inizio di questo mese si è tornato a parlare di lui, finito nel porto di Amsterdam dopo aver seguito una nave mercantile francese per tre giorni.

Zafar ha fatto il suo ingresso nel porto olandese di IJmuiden ed è rimasto a lungo accanto alla nave. Un evento eccezionale visto che tali creature sono generalmente solitarie. Un’organizzazione olandese di salvataggio degli animali, SOS Dolfijn, ha cercato di riportarlo in mare ma non è stato possibile inizialmente farlo anche per via delle restrizioni legate al coronavirus. Spostare un animale di così grandi dimensioni avrebbe richiesto almeno 10 persone poste l’una vicina all’altra.

Ma il porto industriale di Amsterdam avrebbero potuto creare dei problemi di salute animale a lungo termine. Per questo motivo l’organizzazione ha lavorato giorno e notte per riportare Zafar in mare aperto, al di fuori del porto di IJmuiden.

“Il piano ha funzionato! 🐬 Da martedì sera nuota di nuovo nel Mare del Nord” aveva annunciato l’organizzazione su Facebook.

Zafar era quindi riuscito a tornare nel mare aperto circa una settimana fa, guidato da SOS Dolfijn che ne ha pilotato l’uscita dal porto. La sua storia a lieto fine aveva commosso l’Olanda ma purtroppo non è durata a lungo.

Martedì sera SOS Dolphin ha ricevuto la notizia del ritrovamento del corpo di delfino sulla spiaggia di Wijk aan Zee. Dopo aver visto i filmati, l’organizzazione ha confermato che si trattava proprio di Zafar.

“Abbiamo confrontato direttamente le foto e abbiamo visto che aveva le stesse cicatrici del filmato.”

Questa mattina i membri del team di SOS Dolphin hanno rimosso i suoi poveri resti dalla spiaggia. Le cause della morte non sono ancora note:

“Sembra che il delfino sia morto solo da poco tempo. A colpire è la mancanza della coda. Anche la causa di questa amputazione non è ancora conosciuta. L’ animale è stato portato al Faculteit Diergen”eeskunde dell’Università di Utrecht dove si svolgerà oggi un’indagine. Speriamo di scoprire di più sulle circostanze e sulla causa della morte. Il team di SOS Dolphin è ferito da questa triste notizia, solo una settimana fa Zafar era stato aiutato” spiega SOS Dolphin su Facebook.

Secondo l’organizzazione, quando è stato liberato dal porto di Amsterdam Zafar era in buona salute. Aveva un bell’aspetto e riusciva anche a pescare.

Ecco una serie di video in cui l’animale nuota felice al largo della Francia:

Fonti di riferimento: SOS Dolphin/Facebook, Soundingsonline

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook