I rari delfini rosa sono tornati a Hong Kong grazie allo stop dei traghetti dovuto al coronavirus

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tornano nelle acque di Hong Kong i rarissimi delfini rosa! Il blocco del traffico dei traghetti dovuto alla pandemia ha reso possibile questo nuovo importante miracolo. Negli ultimi anni, infatti, la popolazione dei delfini megattere indo-pacifici, noti anche come delfini bianchi cinesi (Sousa Chinensis), ha subito notevoli perdite, complici la costruzione del ponte Hong Kong – Macau e il crescente inquinamento delle acque della città.

Ma ora sembra che addirittura la loro attività nelle acque di Hong Kong sia aumentata del 30% da quando è iniziato il blocco del coronavirus a marzo. Secondo quanto si legge su The Guardian, infatti, e secondo i dati del WWF, la popolazione nell’estuario del fiume Pearl, inclusa Hong Kong, è sui circa 2.500 esemplari, anche se il calo del numero di giovani potrebbe ridurne il numero in futuro.

Così, dopo le tartarughe che sono tornate in massa a nidificare sulle coste indiane, dopo i delfini nei porti italiani e le anatre a Roma, almeno c’è il segnale che il coronavirus, bloccando le attività umane in gran parte del mondo, abbia permesso alla Natura e agli animali di riconquistare i propri spazi.

Per anni, i delfini megattere indo-pacifici avevano evitato il delta del fiume Pearl a causa dei traghetti ad alta velocità della zona che viaggiavano tra Hong Kong e Macao. Ma con la sospensione delle attività a causa della pandemia Covid-19, i delfini hanno iniziato quasi immediatamente a tornare nelle acque.

Queste acque, che una volta erano una delle arterie più trafficate di Hong Kong, sono ora diventate molto tranquille“, ha la dottoressa Lindsay Porter, ricercatrice senior presso l’Università di St Andrews, che studia i delfini da 30 anni.

Ben tornata Natura!

Fonte: Independent UK

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook