Dall’UE norme più semplici per trasportare cani e gatti all’estero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Parlamento Europeo ha facilitato le norme sui viaggi transfrontalieri degli animali domestici. La nuova legislazione sul “trasporto non commerciale” degli animali domestici, già informalmente concordata con i ministri dell’UE, è stata approvata ufficialmente, con l’obiettivo di rendere più semplice per gli animali viaggiare all’estero e inasprire, però, i requisiti di salute.

Per cominciare, prima di far attraversare le frontiere ai loro animali, ad esempio, i proprietari dovrebbero controllare che le loro vaccinazioni antirabbica siano ancora valide. Piccola eccezione per gli animali giovani, che hanno tra le 12 e le 16 settimane: anche se vaccinati contro la rabbia, devono ancora ottenere l’immunità e continueranno a essere oggetto di autorizzazione a viaggiare.

Secondo le regole attuali, non si possono attraversare le frontiere con più di cinque animali domestici in una volta. Questa restrizione è necessaria per impedire o scoraggiare l’abuso delle regole per fini commerciali. Tuttavia, la nuova legge dice che i proprietari possono essere esentati se possono dimostrare che stanno partendo per paretecipare a un concorso, a una mostra o a manifestazioni sportive.

La nuova normativa stabilisce anche norme più chiare su “passaporti”. I documenti di identificazione devono essere rilasciati da un veterinario abilitato e devono specificare il codice degli animali, dettagli sulla vaccinazione antirabbica e altre informazioni sullo stato di salute dell’animale. Dal luglio 2011, il microchip è l’unico mezzo ufficialmente approvato per individuare cani, gatti e furetti . Tuttavia, un tatuaggio chiaramente leggibile applicato prima di tale data è ancora considerato valido.

“Ci sono 64 milioni di gatti e 66 milioni di cani nell’UE. Una famiglia su quattro ha un animale domestico. Nel futuro, per viaggiare attraverso i confini con animali ci saranno meo seccature di tipo amministrativo. Si sono allentate le regole, e questo dovrebbe avere un impatto diretto sui cittadini”, ha spiegato il relatore Horst Schnellhardt, dopo che la sua risoluzione è stata adottata con 592 voti favorevoli, 7 contrari e 4 astensioni. La normativa entrerà in vigore 18 mesi dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Roberta Ragni

Photo Credit

LEGGI anche:

Vacanze con gli animali: 10 cose da sapere per viaggiare con cani e gatti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook