@Zoo de Champrépus/Facebook

Il cucciolo di giraffa morto allo zoo a qualche giorno dalla sua nascita (senza aver mai conosciuto la savana)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tragedia totalmente inaspettata in Normandia: non ce l’ha fatta un cucciolo di giraffa nato qualche giorno fa allo Zoo de Champrépus. La baby giraffa era venuta alla luce all’interno della struttura francese lo scorso 15 agosto e apparentemente sembrava in ottima salute. Proprio per ieri era stata fissata la sua prima uscita all’aria aperta, ma la tenera giraffina è morta improvvisamente. Ad annunciare la terribile notizia i gestori dello zoo attraverso un post su Facebook.

L’ autopsia effettuata immediatamente dai nostri veterinari ha rivelato una torsione intestinale fulminante. Questo è un evento meccanico imprevedibile grave. – spiega lo staff  Per motivi di salute, Kissa, la mamma del cucciolo di giraffa – resterà per qualche giorno sotto osservazione.

Per Kissa, giraffa che “vive” da diverso tempo nello zoo, si trattava del primo figlio. E le adorabili foto pubblicate a qualche ora dalla sua nascita hanno scaldato il cuore di tantissimi utenti:

 

“La squadra è sotto shock e tremendamente triste” hanno aggiunto i gestori della parco, dopo aver annunciato il decesso della piccola giraffa.

Per noi la tristezza è doppia: non solo per la morte così prematura, ma anche per la nascita avvenuta all’interno di uno zoo, dove gli animali vengono privati della loro libertà e della loro essenza per diventare un’attrazione per i visitatori e condurre un’esistenza che non può essere definita vita…

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: Zoo de Champrépus

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook