La periferia di Londra è deserta: i cervi conquistano strade e giardini vicino alle case

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questa volta, complici le restrizioni dovute all’emergenza coronavirus, sono i cervi a conquistare addirittura in un quartiere periferico di Londra! Le strade tranquille di Harold Hill sono state letteralmente invase da questi splendidi animali.

Solo pochi giorni fa, a Llandudno, nel Galles del nord, le maestose capre selvatiche avevano regalato qualche ora di spettacolo dal vivo agli scozzesi che divertiti vedevano gli animali a loro agio tra strade e giardini. Adesso siamo nella capitale inglese, solitamente caotica, multiculturale e trafficata. I residenti di Harold Hill, un grande quartiere periferico a nord-est di Londra hanno trovato dei vicini di casa molto particolari, ovvero dei cervi dalle imponenti corna che comodamente si sono adagiati tra i giardini e in strada.

Da quando è iniziata l’emergenza episodi come questo, sono sempre più frequenti: gli animali complice il silenzio e l’assenza totale o parziale di automobili, si riappropriano dei loro spazi. Ma la cosa sorprendente qui è i cervi non si vedevano in questa determinata zona da anni.  Solitamente vivono in zone boschive sospingendosi in aree montuose e impervie per sfuggire alla pressione demografica e venatoria dell’uomo. Secondo alcuni residenti che hanno postato le foto dei social, questi cervi in realtà potrebbero provenire dal Dagnam Park. Comunque sia,  gli inglesi sono rimasti letteralmente a bocca aperta. Un’incursione che è stata accolta con simpatia.

Avevamo parlato anche dei delfini, della coppia di germani che hanno nidificato a Venezia e di tanti altri animali che sono tornati a respirare quando l’essere umano ha fatto un passo indietro.

Fonte: Twitter

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook