Wildlife Photographer of the Year: quanti coccodrilli riesci a vedere in questa foto?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quanti coccodrilli vedi in questa foto? Una vera impresa, per la quale occorre armarsi di tanta pazienza. Lo è stata anche per l’autore della foto, Dhritiman Mukherjee. Quella che ritrae questa famigliola di coccodrilli è una delle bellissime immagini che sta partecipando alla 56esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, uno dei concorsi di fotografia naturalistica più noti del mondo.

Anche se i vincitori saranno resi noti il 13 ottobre, il National History Museum ha già organizzato una mostra con le foto che partecipano all’edizione 202, mostra che aprirà i battenti proprio oggi. Tra queste vi è la straordinaria immagine di Dhritiman Mukherjee, scattata nel Santuario Nazionale di Chambal nell’Uttar Pradesh, nel nord dell’India.

Siamo nel pieno del periodo della riproduzione. Qui un coccodrillo gaviale maschio o gaviale del Gange (Gavialis gangeticus) lungo ben 4 metri fornisce letteralmente appoggio alla sua numerosa prole. Una sorta di “babywearing” del mondo animale.

Il nome del coccodrillo deriva dalla parola Hindhi “ghara” che significa “vaso rotondo” e si riferisce alla parte presente sulla punta del muso lungo e sottile, che viene utilizzata per vocalizzare e produrre bolle sott’acqua durante la riproduzione.

Quanti coccodrilli puoi contare in questa immagine?

Dall’immagine è nato un gioco, una vera e propria sfida per capire quanti coccodrilli siano presenti nella foto di Mukherjee. E’ davvero difficile farlo perché alcuni piccoli sovrastano i loro vicino mentre altri nuotano nell’acqua. Ma vale la pena provare. Anche se in foto sono in tanti, purtroppo tali animali rischiano l’estinzione. Le popolazioni una volta superavano le 20.000 in tutta l’Asia meridionale, ma si sono ridotte drasticamente nel secolo scorso. Ciò è dovuto principalmente ai cambiamenti nei flussi fluviali per la presenza delle dighe e l’estrazione della sabbia, così come la pesca eccessiva.

Lo scatto, elogiato dalla giuria del concorso Wildlife Photographer of the Year (WPY) di quest’anno, ha avuto il merito di accendere i riflettori su questa specie, che rischia di scomparire. Sembra dire che ognuno di questi piccoli deve sopravvivere fino all’età adulta e riprodursi. Oggi esistono solo 1000 esemplari adulti e tre quarti sono concentrati nel santuario dell’Uttar Pradesh.

“Normalmente il gaviale è un coccodrillo piuttosto timido rispetto ai coccodrilli di acqua salata e di palude. Ma questo era molto protettivo e se mi fossi avvicinato troppo mi avrebbe attaccato. Potrebbe essere molto aggressivo”, ha detto a BBC News Dhritiman.

Una bellissima immagine di amore paterno che per noi ha già vinto.

Fonti di riferimento: IucnNHM, BBC

LEGGI anche:

Topi che litigano in metro: la bizzarra foto che il pubblico ha voluto come vincitrice del Wildlife Photographer of the Year 55

Wildlife Photographer Of The Year: le foto di animali selvatici più belle del 2019

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook