La cittadina turca si barrica per proteggere le capre di montagna dai cacciatori di trofei autorizzati a ucciderle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La cittadina di Tunceli si ribella contro i cacciatori di trofei. Il sindaco, insieme ai cittadini, ha infatti deciso di proteggere le capre di montagna dall’arrivo dell’uomo d’affari americano Bradley Garrett Van Hoose, che si è procurato un permesso di caccia temporaneo tramite la filiale di Tunceli, dell’agenzia di viaggi Caprinae di Antalya, per sparare alle capre selvatiche locali.

L’uomo è stato autorizzato a sparare a una capra selvatica usando fino a 50 proiettili nel periodo compreso tra il 7 e il 13 dicembre 2020.

Il sindaco, Fatih Mehmet Maçoğlu, rivolgendosi proprio a lui, ha scritto su twitter:

Grido alla persona che sta venendo ad uccidere la capra di montagna con il binocolo e 50 proiettili. Domani sarò lì ad aspettarti con i paesani e tutti gli amici sensibili…”

E ha aggiunto su facebook:

“Chiediamo che questi permessi speciali siano aboliti e condivisi con il pubblico dopo essere stati aboliti dai dipartimenti civili.”

FONTE: Facebook

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook