Vittoria! Il Regno Unito vieta gli animali selvatici al circo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Niente più animali selvatici nei circhi itineranti del Regno Unito. Zebre, tigri, cammelli, elefanti e via dicendo, saranno banditi dagli spettacoli di tutto il paese inglese.

Certo dovremo aspettare il 2020, e vorremmo che la regola valesse per tutti gli animali e non solo per quelli selvatici: ogni essere vivente ha diritto a vivere in libertà, nel proprio habitat naturale e lontano da gabbia e cemento. Ma è comunque una mezza vittoria.

Se ne parlava dal lontano 2013, ma adesso finalmente il Dipartimento per l’ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali (DEFRA) ha definitivamente deciso che dal prossimo anno, nel Regno unito, non si assisterà più a spettacoli impietosi dove la tigre è costretta a saltare il cerchio di fuoco durante il circo itinerante.

Dietro la decisione ci sarebbero dei motivi etici: dopo la denuncia delle condizioni in cui vivono gli animali al circo, sembra finalmente che qualcosa si stia muovendo.

circo animali

L’opinione pubblica è stufa di vedere animali tenuti in minuscole gabbie, sottoposti a duri addestramenti e maltrattamenti. A dirlo sono i sondaggi inglesi, in cui la gente si è detta favorevole al circo senza animali.

Divieti simili sono stati già annunciati in oltre 50 paesi. Come sappiamo, in Italia è stato votato un graduale superamento e la normativa relativa ai circhi è inserita nella Legge del Codice dello Spettacolo n.4652.

Anche nel Regno unito a fare la differenza sono state le indagini e le battaglie condotte dai gruppi animalisti come l’Animal Defenders International (Adi).

“Da anni portiamo avanti campagne per fermare le sofferenze degli animali nei circhi di tutto il mondo. Ora siamo lieti che un divieto sia finalmente imminente – ha detto Jan Creamer, presidente dell’Adi -. I circhi non sono in grado di soddisfare le esigenze degli animali in piccole strutture mobili e la nostra organizzazione ha ripetutamente documentato sofferenze e abusi”.

Finalmente una misura a favore dei nostri amici animali, ma noi ci auguriamo di non vederne mai più nessuno al circo, e non solo quelli selvatici.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook