@TinnitusSounds/Pixabay

Cacciatore spara al cinghiale, ma l’animale reagisce e lo uccide. La caccia non è uno sport! È arrivato il momento di abolirla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da cacciatore a preda. Sono i rischi che corre chi decide di fare la “guerra” agli animali selvatici. Ed è esattamente quanto avvenuto un paio di giorni fa un uomo di 74 anni di Arenzano (Genova) che si trovava nelle campagne tra Castelletto e Silvano d’Orba, in provincia di Alessandria, per una battuta di caccia. Mentre si trovava con gli amici si è imbattuto in un cinghiale selvatico e ha subito imbracciato il fucile per colpirlo. Sentendosi attaccato, l’animale selvatico l’ha caricato recidendogli l’arteria femorale.

Gli altri cacciatori hanno subito allertato i soccorsi. Ma dopo il trasporto in elicottero all’ospedale di Alessandria, l’uomo è deceduto dopo ore di agonia. La ferita provocata dalle zanne si è rivelata fatale. Non è la prima volta che un animale si ribella e reagisce alla crudeltà degli esseri umani. A questi “incidenti” ormai abbiamo fatto l’abitudine.

Il dramma si è consumato il primo giorno dell’apertura della stagione venatoria 2021 e che andrà avanti fino al prossimo 31 gennaio. Una tragedia, una delle tante che si verificano annualmente durante le battute di caccia, che conferma che uccidere animali non è affatto uno sport, ma una pratica violenta e incivile che spesso e volentieri mette a rischio anche la vita dell’uomo. Nonostante ciò, anche quest’anno la carneficina è appena iniziata, persino nelle Regioni duramente colpite dai violenti incendi e dalla siccità che negli ultimi mesi hanno fatto strage di animali.

Aboliamo la caccia! La raccolta firme per il referendum

Di fermare l’attività venatoria si parla ormai da tempo, ma finalmente nelle scorse settimane è partita una raccolta firme per chiedereAnteprima (si apre in una nuova scheda) l’abolizione della caccia. A lanciare l’iniziativa è stato il Comitato Referendum Sì Aboliamo la Caccia, che ha già ottenuto 300mila firme finora. Ma ne servono 500mila entro il 30 ottobre per raggiungere il traguardo. 

Per firmare anche tu CLICCA QUI 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Ansa/Comitato Aboliamo la Caccia

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook