In Argentina è stato scoperto un cimitero di dinosauri di 220 milioni di anni fa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si trova in Argentina ed è un vero e proprio cimitero di dinosauri risalente a 220 milioni di anni fa. A scoprirlo è stato un team di scienziati della Universidad Nacional de San Juan secondo i quali si tratta di “qualcosa di mai visto”.

Le ossa sono state trovate nel bacino di Ischigualasto, nell’Argentina occidentale. Si tratta di un vero e proprio ammasso di resti appartenenti a una dozzina di animali: sono state trovate 7 mascelle e un teschio che misura circa 40 centimetri, tutti appartenenti ad animali di grossa taglia e a quattro zampe.

“Ci sono circa dieci individui diversi. È una massa di ossa agglomerate, non c’è praticamente nessun sedimento. È come se avessero fatto un pozzo e l’avessero riempito di ossa. È impressionante “, ha detto il paleontologo argentino Ricardo Martinez.

Secondo lo scienziato dell’Istituto e Museo di Scienze Naturali (IMCN) dell’Università di San Juan, questi fossili appartengono al bacino Ischigualasto e risalgono a 220 milioni di anni fa.

Il cimitero è stato scoperto nel settembre 2018 nella provincia di San Juan, 1100 km a ovest di Buenos Aires, quando la squadra dell’IMCN stava conducendo una campagna in quel luogo conosciuto come Valle della Luna.

Dalle analisi condotte di recente dai ricercatori dell’Università di San Juan, è emerso che le ossa appartenevano principalmente al genere Jachaleria, un erbivoro dicinodonte vissuto nel medio-tardo Triassico da 240 a 220 milioni di anni fa. Inoltre, sono state trovate le ossa di almeno due grandi dinosauri carnivori, probabilmente sconosciuti alla scienza.

Secondo Martínez, questi resti animali appartengono a un periodo che si trova tra 231 milioni di anni fa, in cui vissero i più antichi antenati dei dinosauri, coccodrilli e mammiferi, e la formazione dei Colorados, nella Estremità orientale di Ischigualasto, dove i dinosauri erano già più abbondanti, (213 milioni di anni).

“Mai a Ischigualasto o fuori da questo sito avevamo trovato qualcosa di simile” prosegue.

cimitero dinosauri2

Perché le ossa erano tutte ammassate in un unico “letto”?

È difficile conoscere le ragioni di questo accumulo. Per gli scienziati, forse una grande siccità ha portato diversi animali intorno a una piccola laguna. Allora, una volta finita l’acqua gli animali potrebbero essere morti di sete rimanendo lì perché senza forze.

Un altro importante ritrovamento per il paese. In Argentina, i giacimenti fossili di dinosauro più importanti si trovano in Patagonia (Sud), nelle regioni di La Rioja e San Juan (Ovest) e nella provincia di Salta (Nord).

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook