I Porcellini d’India soffrono di solitudine: in Svizzera è vietato adottarne solo uno

Cavia

Occuparsi di un animale richiede molto impegno e non è sufficiente preoccuparsi solo del suo benessere fisico, assicurandosi che si nutra in modo adeguato e che sia pulito.

Prendersi cura di un animale significa anche garantire che vengano soddisfatti i suoi bisogni emotivi, tra cui la necessità di avere una vita sociale.

Alcuni animali, tra cui le cavie, soffrono in modo particolare la solitudine ed è per questo motivo che la Svizzera ha deciso di vietare l’adozione di questi esemplari, a meno che non siano in coppia.

I porcellini d’India non sono gli unici animali a godere di questa speciale tutela in Svizzera: anche i pesci, abituati a vivere in branco, possono essere adottati solo se possono avere la compagnia di un loro simile per evitare che si sentano soli e la stessa cosa vale per i pappagalli.

Inoltre, se si possiedono un gatto o un cane, questi devono poter uscire per interagire con i loro simili e, nel caso dei cani, i proprietari sono obbligati a seguire un corso di addestramento perché siano in grado di gestire al meglio l’animale.

Chiunque detenga animali, deve anche garantire loro che l’illuminazione produca cicli di luce e buio simili a quelli dell’habitat naturale.

La tutela degli animali non si limita a quelli domestici: in Svizzera è vietato ad esempio bollire le aragoste da vive e le leggi cercano di salvaguardare il più possibile il benessere degli esemplari usati per scopi scientifici mentre sono allo studio metodi alternativi per la sperimentazione.

Normative simili a quelle svizzere sono in vigore anche in altri paesi e la speranza è che il mondo vada sempre più nella direzione che porta al rispetto e alla tutela di tutti gli esseri viventi.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Yves Rocher

Candidati al premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher. Trovi tutte le info qui!

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook