Sostanze caustiche nelle zampe dei cavalli: l’orrore che si nasconde dietro le competizioni equine (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sostanze caustiche nelle zampe per procurare dolore e alterarne l’andatura che vediamo spesso nelle manifestazioni che hanno come protagonisti i cavalli Tennessee Walker, conosciuti proprio quel tipo di falcata, che però non ha nulla di naturale.

In gergo tecnico si chiama ‘soring’ ed è una pratica che consiste nel procurare dolore alle zampe del cavallo così poi da modificarne l’andatura. Metacarpi e talloni degli arti inferiori vengono fasciati con bende impregnate di sostanze caustiche che producono sofferenza e dolore indescrivibile.

Stiamo parlando di componenti chimici come olio di senape, gasolio, kerosene, acido salicilico e altre sostanze caustiche sui piedi dei cavalli, oltre che di pesi, cerchi e catene ai pastorali avvolte con plastica per aumentare l’efficacia dei componenti.

Si usano anche chiodi, sfere di metallo o viti da incastrare sotto gli zoccoli e poi sigillare con tamponi di garza e nastro adesivo per causare pressione e dolore.

Come se non bastasse a volte si usano anche zeppe o catene per far sì che si arrivi alla caratteristica camminata chiamata “The big lick”. Il soring è ovviamente illegale negli Stati Uniti, ma come mostra questo video diffuso dall’ Humane Society che da tempo denuncia le sofferenze dei cavalli, purtroppo le torture continuano.

L’organizzazione ha svolto un’investigazione all’interno della ThorSport Farm (Tennessee) che mostra come tutti i campioni partecipanti al Walking Horse National Celebration sono stati sottoposti a questa pratica.

Attenzione questo video contiene immagini che potrebbero urtare la vostra sensibilità

Che cos’è il soring

I cavalli Tennessee Walker sono conosciuti per la loro falcata, non a caso vengono utilizzati per gli spettacoli equini americani. La cosiddetta ‘Big Lick’ è una falcata che viene eseguita da un’altezza innaturale. Ma dietro quella che sembra pura tecnica di addestramento, in realtà secondo Humane Society si nascondono atroci sofferenze.

Gli addestratori inzuppano le bende di sostanze caustiche sulla zampa del cavallo e lasciano agire il prodotto, non solo gli equini vengono incatenati in modo tale che ad ogni movimento, il ferro strofini sulla carne viva e l’animale faccia degli sbalzi che mostrano il desiderato big lick.

cavalli soda2 copy

A volte poi, gli equini sono costretti anche a indossare dei pesi che ne modificano ulteriormente la natura. Come dicevamo il divieto che vige ormai dagli anni Settanta, non impedisce agli addestratori di continuare a praticare il soring. Questo perché mancano controlli serrati negli allevamenti.

L’unico passo in tal senso, a protezione dei cavalli, è stato fatto grazie a Humane Society che ha eseguito delle ispezioni a telecamere nascoste in diversi centri equestri raccogliendo prove di abuso e torture. Le loro indagini hanno contribuito a perseguire penalmente uno degli addestratori, condannato a tre anni di arresti domiciliari e a pagare una multa di 75mila dollari.

cavalli soda1

Purtroppo non sono gli unici animali a soffrire:

Gli addestratori, infatti, sono così scaltri che riescono perfino a raggirare i controlli del Tennesse Walking Horses, una commissione di veterinari che dovrebbe vigilare sulla salute degli animali che gareggiano. Per evitare di essere scoperti sui cavalli vengono spruzzati spray per ispessire lo strato superficiale dell’epidermide e nascondere eventuali ferite.

Dominella Trunfio

Foto: fotogrammi Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook