4 cavalli da corsa sono morti (probabilmente per il troppo caldo) nella nave che li portava a gareggiare in Sardegna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

4 cavalli da corsa che dovevano arrivare a Chilivani (in Sardegna) per una gara, sono deceduti durante il trasporto. Il proprietario accusa la compagnia di navigazione in quanto ritiene che gli animali siano morti  per il troppo caldo durante il viaggio.

Si chiamavano Bometeor, Bomodel da Clodia, Botrus e Badidu de Zamaglia, i 4 cavalli anglo arabo sardi che partecipavano a competizioni internazionali e che, purtroppo, non sono riusciti a superare un banale viaggio in nave. Cosa è successo esattamente? L’unica cosa certa è che 4 dei 9 cavalli presenti nel van sono morti e che ora bisognerà capire cause e responsabilità. Per questo sarà  fondamentale il referto dei medici veterinari.

Il proprietario e allenatore Massimiliano Narduzzi che li accompagnava è convinto che i cavalli siano deceduti durante il viaggio a causa delle alte temperature registrate a bordo della nave Moby Aky diretta a Olbia. I cavalli erano in un apposito van per il trasporto, sistemato nel garage inferiore della nave.

Ha raccontato di essersi accorto della tragedia pochi minuti dopo lo sbarco ma la Tirrenia dal canto suo smentisce e assicura che i cavalli sono scesi dalla loro nave ancora vivi.

In realtà i cavalli trasportati erano 9 e dunque 5 si sono salvati (anche se uno è in gravi condizioni), si tratta di quelli che si trovavano nella parte anteriore del mezzo.

Questo terribile episodio riaccende l’attenzione sul tema del trasporto degli animali che, durante la stagione estiva con il caldo torrido, dovrebbe essere gestito con maggiore accortezza o addirittura evitato per scongiurare tali tragedie.

Come ricorda Horse-Angels, associazione di promozione e difesa di animali e ambiente:

“con caldi elevati, dovrebbe essere vietato il trasporto a lunga distanza di cavalli in generale e in particolare nella stiva di una nave. Per i cavalli dovrebbe essere legale solo il passaggio in ponte e navi che non possono garantire il benessere dei cavalli, non dovrebbero poter vendere i biglietti di transito”

L’associazione ha inoltre annunciato che farà un esposto alla procura di competenza per avviare un’indagine sulla morte dei cavalli e individuare eventuali negligenze e responsabilità. Sottolinea infine l’importanza che i proprietari si accertino bene delle condizioni di viaggio dei loro animali prima di partire per non rischiare gravi conseguenze come questa.

Fonti: Unione Sarda / Olbia Nova / Horse Angels

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook