Uomo muore dopo l’attacco di un casuario, un uccello esotico simile al velociraptor

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È morto a 75 anni, ucciso dal proprio “animale domestico”, si fa per dire. Un uomo, Marvin Hajos, è finito tra le grinfie di un grande uccello, “nipote” del Velociraptor: il casuario.

È accaduto in Florida dove un appassionato di uccelli è stato colpito a morte dal casuario, creatura rara che vive in Australia e in Nuova Guinea. Hajos si trovava con lui in giardino quando è rimasto ucciso dall’animale che solitamente vive nascosto nel cuore delle foreste pluviali e tropicali.

L’uomo era un allevatore di uccelli rari, come ha confermato Jeff Taylor, vice capo di Alachua CountyFire Department.

Vedendolo riverso in giardino, i vicini hanno chiamato il 911 ma non c’è stato nulla da fare. Hajos è stato portato nell’ospedale vicino ma non ce l’ha fatta. Sono in corso una serie di indagini sull’attacco da parte dell’animale ma secondo le autorità si è trattato di incidente. Sembra che l’uomo sia caduto e il casuario lo abbia colpito subito dopo.

Chi è il casuario

Il casuario è un grosso uccello incapace di volare, imparentato con l’emù, lo struzzo e il piccolo kiwi. È in grado però di correre fino a 50 km/h attraverso il sottobosco, saltare per quasi 2 metri ed è un abile nuotatore, quindi può difendersi abilmente dalle minacce. Può crescere più di 1,5 metri di altezza e le femmine più pesanti possono pesare oltre 70 kg. I maschi pesano fino a 73 chili.

casuario 2

Si tratta di un animale molto schivo, che popola le fitte foreste pluviali australiane e della Nuova Guinea dove rimane nascosto per buona parte della giornata. Secondo la Florida Fish and Wildlife Conservation Commission, quest’uccello fa parte della classe II, ciò significa che costituisce un pericolo per gli esseri umani e per allevarli nello stato occorrono specifici requisiti e permessi.Solo per dare un’idea della stessa classe fanno parte anche alligatori e leopardi. 

casuario 3

Considerato vulnerabile dall’Iucn, il casuario è a rischio estinzione. Perché si trovava in Florida, dall’altra parte dell’oceano, allevato come un comune animale domestico?

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook